#CoverYourPhone – L’iniziativa di Alex Zanardi

È bastato un tweet, pochi caratteri accompagnati da un video che sà di sfida ai big dell’automotive. La nuova battaglia di Alex Zanardi si combatte sulle strade ma parte dai social, con l’obiettivo di sensibilizzare i guidatori sull’uso responsabile dello smartphone alla guida, troppo spesso causa di gravi incidenti.

L’intuizione di Zanardi parte dal presupposto che al giorno d’oggi si è completamente schiavi dei telefonini e di come sia diventato impossibile ignorarli persino in situazioni che richiedono la massima concentrazione, situazioni in cui è in ballo la nostra stessa vita.

Nasce così #CoverYourPhone, simpatica campagna che sta trovando l’appoggio delle maggiori case automobilistiche e che si riduce ad un semplice gesto da effettuare prima di mettersi alla guida: rimuovere la cover posteriore del telefono e applicarla al contrario sulla parte anteriore, andando così a coprire lo schermo.

“Viaggiamo circondati da “guidatori” con gli occhi sul telefono! Scusate, non sono un santo, ma vorrei fare la mia parte nel passare parola…». Questo il tweet di Zanardi che ha spinto BMW a supportare il suo brand ambassador e a diffondere questa campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, trovando immediato appoggio nella Polizia di Stato che ha subito prestato il suo simbolo araldico all’iniziativa.

La campagna è stata presentata in occasione dell’inaugurazione della stagione 2018 della Bmw Driving Experience che dal 2006 porta avanti tantissimi progetti volti alla diffusione delle norme del codice stradale, puntando molto sui giovani a partire dalla tenera età. Da due anni, inoltre, la BMW Driving Experience si è arricchita di iniziative che prevedono un percorso di avvicinamento alla guida per i disabili, parificando di fatto la loro esperienza sulle quattro ruote e facendo di Zanardi un interlocutore privilegiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *