Aria condizionata in auto: quando si rischia la multa

Aria condizionata in auto: quando si rischia di prendere la multa? Ecco cosa prevede il codice della strada in proposito.

Con le estati roventi degli ultimi anni, attivare l’aria condizionata in auto è quasi inevitabile. Tuttavia, non molti sono a conoscenza del fatto che si può rischiare di incorrere in multe usando il condizionatore delle automobili. Infatti, a prevedere la sanzione è proprio il codice della strada italiano. Ecco quando si rischia la multa con l’aria condizionata in auto.

Aria condizionata in auto: quando si rischia la multa

Nonostante molti non ne siano a conoscenza, a vietare l’uso dell’aria condizionata in auto in alcuni casi è proprio il codice della strada. Infatti, si tratta di una legge che risale al 2007 e che è stata successivamente rimaneggiata per tre volte nel 2010, 2014 e 2022. Nello specifico, è l’articolo 157 a definire le regole dell’uso dell’impianto di condizionamento quando si è in auto. “È fatto divieto di tenere il motore acceso, durante la sosta del veicolo, allo scopo di mantenere in funzione l’impianto di condizionamento d’aria nel veicolo stesso”, riporta la norma.

In particolare, a fare la differenza è la modalità di uso della macchina. In questo senso è fondamentale tenere a mente la differenza tra sosta, fermata e arresto per capire quando si rischia la multa. Infatti, per soste brevi come la fermata e l’arresto, l’aria condizionata può rimanere accesa. Questo è rispettivamente il caso di quando ci si accosta per far scendere qualcuno o quando si è fermi per il traffico. Tuttavia, la situazione cambia quando si effettua una sosta prolungata. Infatti, se il veicolo è fermo per ragioni diverse da quelle citate, è obbligatorio spegnere il veicolo e l’aria condizionata. Questo vale anche non si scende dall’auto e non ci si allontana.

Aria condizionata in auto: il motivo della norma

Ma qual è il motivo di una legge di questo tipo? Com’è facile immaginare, la ragione della necessità del divieto di tenere accesa l’auto e dell’uso dell’aria condizionata è legata all’inquinamento. Infatti, spegnendo il motore dell’auto ed evitando di tenere acceso l’impianto di condizionamento, permette di ridurre le emissioni di CO2 nell’aria.

Quali sanzioni sono previste

Come riportato, secondo quanto previsto dalla legge, in caso di sosta con il motore e l’aria condizionata accesa è possibile incorrere in multe. Nello specifico, la sanzione prevista per i trasgressori prevede un importo che è stato recentemente innalzato. 

Attualmente, chi viene trovato a trasgredire la legge può incorrere in una multa che va da un minimo di 223 a un massimo di 444 euro. Infine, può essere prevista la rimozione del veicolo a spese del proprietario a seconda della gravità dell’infrazione.

Altri articoli di Martina Bianchi
Costi extra per il noleggio di un’auto: analisi 2023
noleggioauto.it mette a confronto le tariffe degli extra richieste dalle compagnie di...
Continua a leggere
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *