Nuovo codice della strada: le novità della riforma

Un nuovo codice della strada è in arrivo: confermata sospensione della patente per chi usa il cellulare alla guida. Tutte le novità in merito.

Nuovo codice della strada: dopo l’esame in commissione alla Camera, alcune proposte di regole stradali sono state confermate. In particolare, si è allentata la stretta sui neopatentati e si è confermata la sospensione della patente per la guida con il cellulare. Ma cosa cambierà nello specifico? Ecco le principali modifiche che saranno attuate.

Nuovo codice della strada: cellulari e sospensione della patente

Una novità che sarà introdotta con la riforma al codice della strada è quella della mini-sospensione della patente. In particolare, sarà previsto uno stop alla patente pari a 7 giorni per chi utilizza il cellulare alla guida e ha tra 10 e 19 punti sulla patente, mentre i giorni di sospensione saranno 15 se si hanno tra 1 e 9 punti. Inoltre, le tempistiche di sospensione saranno raddoppiate in caso di incidente stradale o se si manda fuoristrada un altro veicolo.

Nel frattempo, cambiano anche le sanzioni previste in caso di infrazione del codice della strada. Queste aumentano rispetto al codice in vigore, ma diminuiscono rispetto al disegno di legge. Nello specifico, si va da un minimo di 250 a un massimo di 1000 euro, mentre attualmente le multe erano rispettivamente pari a 165 e 660 euro. Per i recidivi, si prevede la sospensione e una sanzione economica che va dai 350 ai 1400 euro.

Alcol e droghe

Nel ddl dello scorso luglio, era arrivato anche un giro di vite anche per chi fa uso di alcol e droghe e si mette alla guida. Infatti, è prevista la revoca della patente fino a 3 anni per recidivi di guida in stato d’ebbrezza. In merito alle droghe, è prevista la revoca della patente per 3 anni per chi risulta positivo a test rapido. Sono quindi eliminati i drogometri, gli strumenti per l’accertamento dello stato di alterazione psico-fisica dovuto all’uso di sostanze stupefacenti.

Nuovo codice della strada: autovelox

Per quanto riguarda questo settore si prevede un vero e proprio “sconto”. Infatti, l’emendamento di febbraio 2024, prevede che si paghi una sola sanzione anche nel caso in cui si prendano più multe nello stesso tratto stradale nell’arco di un’ora e di competenza dello stesso ente. In particolare, si pagherà solo quella più grave, con un aumento pari a un terzo.

Inoltre, come richiesto dalla Corte Costituzionale, il nuovo codice della strada prevederà anche l’obbligo di verifiche periodiche agli autovelox. Lo scopo è quello di garantirne la funzionalità in qualsiasi momento.

Monopattini, neopatentati e animali

Con l’introduzione del nuovo codice della strada cambieranno anche le regole per i monopattini elettrici. In particolare, diventeranno obbligatori i seguenti punti:

  • targa, chiamata “contrassegno identificativo”;
  • assicurazione;
  • casco;
  • luci.

Per quanto riguarda i neopatentati, per poter rilasciare il “foglio rosa” sarà obbligatorio effettuare un minimo di esercitazioni su autostrada o strade extraurbane con visibilità notturna e istruttore abilitato. Inoltre, per quanto riguarda le potenze delle auto che i neopatentati possono guidare, il divieto riguarderà i mezzi di potenza superiore a 75 kW/t e per autovetture con potenza massima di 105 kW/t.

Per i veicoli in sharing sarà prevista l’installazione di un dispositivo che li blocchi da remoto in caso di circolazione in aree vietate.

Infine, per chi abbandona animali su strada è prevista la sospensione della patente da sei mesi a un anno. Inoltre, la norma porterà con sé le stesse pene previste in caso di omicidio stradale e lesioni personali stradali gravi nel caso in cui l’abbandono comporti incidenti con morti o feriti.

Altri articoli di Martina Bianchi
Noleggio auto e disabilità: il turismo diventa inclusivo con Sicily by Car
Il noleggio auto diventa inclusivo: i dettagli dell'iniziativa di Aism con la...
Continua a leggere
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *