10 luoghi di culto fra i più belli al mondo

10 luoghi di culto fra i più belli al mondo
Foto: DSwarthout

Vogliamo dedicare il primo articolo del 2017 alla spiritualità. I luoghi di culto, noi italiani lo sappiamo bene, hanno assunto nella storia dell’uomo un valore simbolico ancor più che funzionale. L’edificazione di una chiesa e di un tempio è stato anche il pretesto per mettere i talenti del genio umano al servizio del racconto della fede e del mistero del divino. I risultati, come sappiamo, sono impressionanti. La nostra cultura ha disseminato il territorio di piccoli e grandi capolavori di architettura sacra. In giro per il mondo possiamo incontrari alcuni edifici straordinari, da togliere il fiato. Vogliamo raccontarvene dieci: ecco a voi alcuni dei luoghi di culti più belli al mondo.

 

Santuario di Las Lajas, in Colombia

Santuario di Las Lajas, Colombia

Foto: Delso.photo

Questo spettacolare edificio si trova nel sud della Colombia, nel comune di Ipiales; ed è dedicato alla Vergine del Rosario. Edificato nel XX secolo, la leggenda racconta che sul punto in cui si trova il santuario fu scoperta nel 1754 un’immagine della Vergine su una Lajas, una lastra di pietra, e considerata miracolosa. Fu allora eretto un santuario che nei secoli è stato rinnovato fino a diventare lo spettacolare edificio che possiamo ammirare oggi.

 

Il monastero di Taktsang, in Bhutan

il monastero di Taktsang in Bhutan

Il Bhutan è un piccolo Stato montano dell’Asia, sulla catena dello Himalaya. Entro i suoi confini si trova il monastero di Taktsang, uno spettacolare edificio arroccato su un picco montuoso nella valle di Paro. Il complesso venne iniziato nella sua costruzione nel 1692, attorno a una caverna nella quale il Guru Padmasambhava, il secondo Buddha della tradizione tibetana, si dice si fosse recato per meditare per qualche mese. Una meta per gli amanti del trekking estremo che non delude mai i suoi visitatori.

 

La chiesa di Grndtvig, in Danimarca

La chiesa di Grundtvig a Copenhagen

Foto: seier+seier

La chiesa di Grundtvig si trova nel quartiere di Bispebjerg, a Copenaghen; ed è uno dei rari casi di architettura espressionista applicata ai luoghi di culto. La chiesa è stata edificata nel XX secolo ed è assai curiosamente dedicata a un filosofo, Nikolai Frederik Severin Grundtvig. Oltre alle sue straordinarie dimensioni, pensate per raccogliere un uditorio di circa 1800 persone, la chiesa è particolarmente famosa per la sua facciata occidentale, che ricorda un organo a canne, e comprende un campanile alto 49 metri.

 

La moschea di Hassan II, in Marocco

La moschea di Hassan II a Casablanca, in Marocco

Foto: James Merhebi

La moschea di Hassan II è uno dei più imponenti luoghi di culto dedicati all’islamismo. Sorge a Casablanca, a pochi passi dall’Oceano Atlantico, e la sua edificazione è piuttosto recente: fu infatti conclusa nel 1993. Al suo interno si possono raccogliere circa 20.000 fedeli; mentre nel suo vasto cortile se ne possono radunare altri 80.000. Il suo minareto è il secondo più alto al mondo e raggiunge i 210 metri. Sulla sua vetta si trova un laser la cui luce è rivolta a La Mecca. Curiosamente, questo edificio è stato progettato da un architetto francese, Michel Pinseau.

 

Il Tempio Bianco di Wat Rong Khun, in Thailandia

Il Tempio Bianco di Wat Rong Khun

Foto: Thanate Tan

Il Tempio Bianco, situato a quindici chilometri dalla città di Chiang Rai, in Thailandia, è un particolarissimo tempio, al contempo buddista ed induista, progettato dal pittore visionario Chalermchai Kositpipat. Il tempio è di recente edificazione e non è stato ancora ultimato: si stima che la sua costruzione richiederà ancora novanta anni. Realizzato completamente in gesso bianco e specchietti, il tempio è forse una delle architetture religiose più insolite e fantasiose al mondo.

 

Il monastero di San Michele con cupole dorate, in Ucraina

https://i1.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/05/St._Michael%27s_Golden-Domed_Monastery_in_Kiev%2C_Ukraine.jpg/640px-St._Michael%27s_Golden-Domed_Monastery_in_Kiev%2C_Ukraine.jpg?w=1050&ssl=1

Il nome ufficiale del Monastero di San Michele a Kiev, può essere fuorviante: senz’altro le sue cinque cupole dorate sono spettacolari e caratteristiche. Nondimeno, il colore azzurro delle sue pareti è altrettanto caratteristico e affascinante. L’edificio consiste in un complesso che comprende la Cattedrale, il Refettorio, l’ingresso monumentale e la Torre campanaria; ed è stato edificato a partire dal XVIII secolo, demolito negli anni ’30 dal Regime Sovietico e ricostruito negli anni novanta dello scorso secolo.

 

La Moschea Blu, in Turchia

la moschea blu di istanbul

Foto: Christian Perez

La Moschea Blu, edificata a partire dalla fine del XVI secolo, è una delle moschee più importanti di Istanbul, in Turchia. Si tratta di un edificio che ogni anno richiama milioni tra fedeli e turisti; questi ultimi attratti dalle famose 21.043 piastrelle di ceramica turchese che decorano l’interno della moschea e la sua cupola. L’edificio è anche famoso per essere una delle tre moschee turche a possedere sei minareti.

 

Il Tempio d’Oro, in India

lo harmandir sahib in india

Foto: Ken Wieland

Lo Harmandir Sahib, il “Tempio di Dio”, è il principale luoghi di culto della religione Sikh; e si trova nella città di Amritsar, nello stato del Punjab, in India. L’edificio è stato costruito a partire dal XVI secolo per volere del Guru Amar Das, uno dei dieci principali profeti della religione sikh. Un dato curioso e interessante sul Tempio d’Oro: è il refettorio più grande del mondo. La sua cucina, infatti, può offrire cibo tutti i giorni a un numero di persone che oscilla tra le centomila e le trecentomila.

 

La cappella di Saint-Michel d’Aiguilhe, in Francia

La cappella di Saint-Michel d’Aiguilhe, in Francia

Foto: Bivouacker

Saint-Michel d’Aiguilhe è una cappella cattolica romanica, edificata nel 969 e situata ad Aiguilhe, nell’Alta Loira, in Francia. Dal 1840 è monumento storico della Francia. La peculiarità di questo edificio è quella di essere stato costruito sulla cima di un collo vulcanico, il “tappo” di magma del cono di un vulcano, a un’altezza di circa 85 metri, dalla quale svetta sul paese sottostante. La cappella è raggiungibile tramite una scala composta da 268 gradini scavati nella roccia vulcanica.

 

La Parroquia de San Miguel Arcángel, in Messico

La Parroquia de San Miguel Arcángel, in Messico

Foto: Tristan Higbee

Vi abbiamo già raccontato della affascinante città di San Miguel de Allende, in Messico. Il luogo di culto principale della città è un edificio unico nell’intero panorama messicano e una dele chiese più fotografate della nazione. San Miguel Arcángel, infatti, presenta una facciata neogotica decisamente fuori dai canoni messicani, edificata nel 1880 a sostituzione della precedente, più tradizionale, e affiancata da due torri. Il progetto è dall’architetto autodidatta Zeferino Gutierrez, il quale pare fu ispirato dai modelli europei gotici che aveva raccolto su cartoline e litografie.


Quali altri luoghi di culto in giro per il mondo volete aggiungere alla lista? Condividete con noi i vostri ricordi e le vostre segnalazioni sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+.

Il prossimo appuntamento è su Noleggioauto.it, per scoprire quanto è facile prenotare la vostra auto… vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *