#Italiaontheroad – la Puglia, tra incanto e sapore.

Il viaggio di #Italiaontheroad continua! Il nostro itinerario in auto prosegue per raggiungere il Tacco d’Italia, la straordinaria terra di Puglia, scrigno di bellezze paesaggistiche, tradizioni arcane e ricche di suggestione e prelibatezze della tavola. La storia, la magia e la musica sono gli ingredienti segrenti della cultura pugliese e della sua offerta turistica, ricca di attrazioni mozzafiato ma anche di tesori nascosti, da scoprire attraversando le sue lunghe strade diritte. A guidarci in questo itinerario c’è Flavia, del portale Viaggiareinpuglia.it.

 

#Italiaontheroad in PugliaPuglia on the road: cosa è assolutamente vietato perdersi una volta saliti in macchina?

Le attrazioni sono molte e la lista può diventare molto lunga. Si può cominciare con Alberobello e la magia dei suoi trulli; proseguire verso Castel del Monte e i misteri legati alla figura dell’Imperatore Federico II; la cava di bauxite ad Otranto può essere un’altra possibile tappa. Le tappe obbligate non possono essere che le spiagge caraibiche del Salento, le rocce a strapiombo sul mare del Gargano e le Isole Tremiti. I borghi dell’entroterra come Locorotondo, Ostuni, Pietramontecorvino, Orsara e quelli sul mare come Polignano a Mare, Giovinazzo e Monopoli, Vieste e Peschici sono luoghi di grande interesse e di irresistibile fascino.

 

#Italiaontheroad in PugliaL’esperto suggerisce: un tesoro nascosto che purtroppo solo i locali conoscono!

Ci sono tre perle che non si può assolutamente mancare di visitare. Nell’Alta Murgia barese e nelle Gravine tarantine vi sembrerà di stare in un canyon americano: crepacci profondi, montagne al contrario, grotte naturali, terrazze a mezz’aria e pareti scoscese caratterizzano la sua spettacolare scenografia naturale. Percorrendo la strada da Laterza a Gravina, facendosi guidare dal volo degli uccelli rari, è possibile raggiungere il silenzio delle chiese scavate nella roccia, come a Massafra Mottola. Infine, Laterza è imperdibile: il canyon più grande d’Europa, lungo 12 chilometri.

 

#Italiaontheroad in Puglia

 

Consigli sulla viabilità: quali sono le strade più panoramiche da percorrere e quali invece da evitare per il traffico?

Più d’una. La Strada Provinciale 52 Peschici-Vieste percorre il Gargano, la parte più settentrionale della Puglia. Lungo la costa da Vieste a Peschici il panorama è mozzafiato. Qui s’incontrano giganteschi marchingegni a picco sull’acqua: sono gli antichi “trabucchi”, un sistema di pesca straordinario, oggi trasformati in ristoranti sul mare. La Litoranea Salentina SP 122 Pulsano- Porto Cesareo e SP 366 Otranto-San Cataldo, invece, attraversa tutto il Salento, terra di confine abbracciata da due mari, con chilometri di costa dove spiagge da sogno cedono il posto a calette segrete e scogliere a strapiombo. Il versante ionico, da Marina di Pulsano fino a Santa Ma­ria di Leuca, è un alternarsi di sabbia dorata e scogli bassi, aree marine protette e boschi di pini d’Aleppo, ville eclettiche e trattorie sull’acqua; la strada litoranea adriatica che conduce sino a Brindisi, passando per Otranto, regala panorami mozzafiato e si riempie in primavera di anemoni, papaveri e orchidee selvatiche. Infine, la SS 172 Martina Franca-Locorotondo si snoda lungo una campagna abitata tutto l’anno, punteggiata dai caratteristici trulli, con i muretti a secco che delimitano vigneti e uliveti a perdita d’occhio. Così appare la Valle d’Itria. Il panorama è magico, e per assaporarlo bisogna attraversare borghi come Alberobello con i suoi 1400 trulli, oggi patrimonio dell’Umanità; o Locorotondo, che trae il nome dalla planimetria circolare del suo abitato.

 

“Se non ora, quando?”: Quali sono i migliori periodi dell’anno per visitare la vostra zona?

La Puglia si può visitare tutto l’anno: la sua bellezza vi saprà incantare tanto a luglio quanto a novembre – e vi sarà difficile ripartire!

 #Italiaontheroad in Puglia

Usi e costumi: quali feste tradizionali o sagre sono assolutamente imperdibili?

La notte della Taranta a Melpignano, in provincia di Lecce, si tiene in agosto e rappresenta l’evento simbolo della vitalità del Salento ed è il più grande festival di musica popolare d’Italia. Il Corteo Storico di Federico II e Torneo dei Rioni, giunto alla 49° edizione, si tiene a Oria, in provincia di Brindisi. La magia del Medioevo avvolge in agosto le vie principali del paese con il Corteo Storico e il torneo dei Rioni. Vino novello, piatti tipici e performance artistiche animano il centro storico di Noci, in provincia di Bari, durante la festa dei sapori autunnali del Bacco nelle gnostre. A gennaio Novoli (LE) celebra i giorni del fuoco con l’imponente Fòcara, il grande falò, Il Carnevale di Putignano giunge quest’anno all’edizione numero 622. Avete letto bene: a Putignano (BA), da più di mezzo secolo, il Carnevale trasforma la città in un palcoscenico a cielo aperto con carri allegorici, maschere, suoni e sapori tradizionali. La Settimana Santa, festeggiata in tutta la Puglia tra passione e mistero, emoziona con le tradizionali processioni nei borghi di mare e nelle viuzze dei centri storici.

 

Pic-nic: quali specialità sono da gustare solo e soltanto nelle trattorie tipiche?

#Italiaontheroad in PugliaLa Tiella alla barese con riso, patate e cozze è un piatto gustoso e molto apprezzato dai pugliesi e le Orecchiette con le cime di rape sono il simbolo della gastronomia della provincia di Bari e uno dei piatti pugliesi più famosi in Italia; specialità della tradizione contadina, semplice ma con un gusto molto deciso, le orecchiette con le cime di rape uniscono l’amarognolo delle cime di rapa, la sapidità delle acciughe e il gusto piccante del peperoncino. La Focaccia barese, croccante ai bordi e deliziosamente unta, ha un gusto salato e dolciastro insieme, grazie ai pomodori che affondano nella pasta morbida. Difficile resistere al suo profumo che avvolge le vie del centro di Bari, dove i numerosi forni profumano l’aria con un’invitante fragranza. C’è il sapore del mare nella Zuppa di pesce alla gallipolina: scorfani, lucerne, grossi tordi, capponi, ma anche, tranci di cernia, pezzi e saporite teste di pesci pregiati. E ancora seppie, cozze con tutte le valve e gamberi. Infine, la Carne al fornello di Locorotondo, per gli amanti dei saporiti e fragranti arrosti, è una specialità da non perdere. Infilzati negli spiedoni d’acciaio, larghi 2 centimetri e lunghi 70, i pezzi di agnello e agnellone, del peso di 80-100 grammi circa, vengono cotti ad arte in un particolare forno, quadrato con lati e altezza di 1 metro. Vi è venuta l’acquolina? Cosa aspettate? Organizzate il vostro viaggio in puglia!

#Italiaontheroad in Puglia

 

Ultima offerta: una particolarità che nessun’altra regione italiana può vantare!

Non c’è dubbio: i trulli di Alberobello e gli oltre 800 km di costa! Vieni a scoprire di più su www.viaggiareinpuglia.it.

 

Il viaggio di #Italiaontheroad continua: salutiamo la Puglia e ci prepariamo alla prossima tappa! Nel frattempo, vi invitiamo a condividere i vostri luoghi preferiti del “Tacco d’Italia” e quelli che, secondo voi, abbiamo dimenticato. Raccontateci le vostre impressioni sulle nostre pagine Facebook, Twitter o Google+ …vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *