Tre posti da gustare a Catania e dintorni

Catania è una città grande e importante, eppure poco conosciuta. Solo per dirne una: dal 2002 il suo centro storico è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Nota ai più per la sua vicinanza al Monte Etna, Catania e la sua provincia traboccano di attrazioni, itinerari e posti dove mangiare bene e riempirsi la pancia di succulenti manicaretti! In questo articolo vi raccontiamo tre luoghi da esplorare a Catania e dintorni, accompagnati da tre posti in cui fermarsi e godere di un’ottima cucina, prima di ripartire.

 

Il Centro Storico: il Giardino Bellini e FUD

Tre attrazioni a Catania e provinciaPiazza del Duomo è il centro della città di Catania. La Cattedrale di Sant’Agata è maestosa, la Fontana dell’Elefante trabocca di fascino esotico, e il Palazzo degli Elefanti è imponente. I tre simboli della città sono attrazioni da non perdere la prima volta che si passa da queste parti. A dieci minuti di camminata, proseguendo lungo la via Etnea, incontriamo il Giardino Bellini, uno dei giardini più antichi della città. Il Giardino ha vissuto una vita movimentata e per nulla banale: nell’Ottocento ha subito diversi passaggi di proprietà, e svariate espansioni e rifacimenti; poi ebbe un momento di rinnovamento nel corso degli anni Sessanta, quando ospitò anche un piccolo zoo. Oggi, il Bellini è uno dei giardini pubblici più belli d’Europa, per la ricchezza del suo patrimonio botanico, e per il suo complesso monumentale, di cui si può già ammirare una parte importante salendo i gradini dell’ingresso sulla via Etnea: il vestibolo, la vasca settecentesca e le statue delle Arti sono lì ad accoglierti. L’ideale per trovare un po’ di frescura e di relax immersi in un verde rigoglioso

Terminata la visita, è arrivato il momento di fare una sosta per il pranzo e per ripartire alla volta dell’esplorazione della città. La nostra proposta è FUD, un bistrot che ha fatto dello street food una vera e propria cucina, in linea con le più recenti tendenze gastronomiche, offrendo un ambiente caldo e un menu di abbondanti panini, taglieri, hamburger, hot dog, patate, insalate e pizze napoletane a lenta lievitazione, con un approccio ironico alla presentazione e una selezione accurata degli ingredienti. FUD è a due passi dal Giardino Bellini, in via Santa Filomena 35, raggiungibile prendendo via Pacini da via Etnea e girando subito a sinistra. Per contatti: 095 7153518 oppure info@fudcatania.it.

 

L’entroterra: San Giovanni La Punta e “Il Giardino di Bacco”

Tre attrazioni a Catania e provinciaNell’entroterra catanese un tempo si trovavano i villaggi del Bosco Etneo, assoggettati alla città, e che rappresentavano le località di villeggiatura dell’aristocrazia. Per esempio, nei centri storici di Mascalucia, di Gravina di Catania e di Sant’Agata li Battiati ci sono ancora i segni della presenza di questa aristocrazie nel paesaggio urbano. Se volete percorrere un itinerario interessante vi consigliamo di imboccare la SP42, che parte dal centro di Sant’Agata li Battiati e Tre attrazioni a Catania e provinciaattraversa la frazione di Piano e il delizioso paese di Tremestieri Etneo fino ad arrivare a Pedara, ai piedi del vulcano, per ammirare splendide ville, parchi e palazzine otto-novecentesche che costeggiano la strada. Sulla via del ritorno, a San Giovanni Lo Capo, fermatevi ad ammirare il panorama che abbraccia l’Etna e le vicine contrade, la Chiesa Madre e il Santuario della Madonna della Ravanusa.

Tra un’escursione e l’altra, vi consigliamo un posto dove sedervi e riprendere fiato: è il ristorante Il Giardino di Bacco a San Giovanni La Punta. Situato in una villa del primo novecento, circondata da piante di agrumi e camelie, il ristorante vanta una storia ventennale nell’offrire una cucina di mare e di terra che crea idee nuove giocando con le tradizioni del territorio. Lo raggiungerete, dalla Chiesa Madre di San Giovanni, proseguendo in auto lungo via Roma, svoltando a destra in via Torrisi Soldato, poi a sinistra in via Santissimo Crocifisso, e infine ancora a destra in via Piave. Per contatti: 095 751 2727 oppure giardinodibacco@alice.it.

Tre attrazioni a Catania e provincia

La riviera: Capo Mulini e “La Prua”

Tre attrazioni a Catania e provinciaLa Riviera dei Ciclopi è caratterizzata dalla tipica costa lavica, dovuta alle continue eruzioni dell’Etna, che si getta su un mare blu dello Ionio. La costa, all’altezza di Acireale, arriva fino ai 120 di altezza sul mare e viene chiamata “Timpa”. Lungo la costa è possibile eseguire escursioni in barca e immersioni subacquee; ma soprattutto si può visitare il piccolo arcipelago delle Isole dei Ciclopi e i suoi caratteristici Faraglioni, che come sette denti di lava affiorano dalle acque. Una tappa obbligata, quando si è in zona, è la visita al Castello di Aci, poeticamente arroccato su un promontorio di roccia lavica protesa verso il mare. La località di Capo Mulini ha questo nome perché è il punto dove termina la lunga fila di mulini costruiti lungo la “saia mastra” del fiume Aci attraverso la valle di Reitana. Una volta in paese, i punti più interessanti sono il porto naturale e la cinquecentesca Torre di Sant’Anna.

Tre attrazioni a Catania e provincia

Una volta a Capo Mulini, perché non fare una sosta per assaggiare le specialità della zona? Al ristorante La Prua regnano il pesce e i sapori della tipica cucina siciliana di mare, da gustare mentre ci si riposa seduti sulla terrazza che dà sullo Ionio, godendo del sole del mezzogiorno oppure ammirando il sole che si tuffa dietro la linea dell’orizzonte. Il posto è semplice da trovare: si trova sul Lungomare Mario Martinez, raggiungibile percorrendo la SS 114 e svoltando alla rotonda per via Capomulini. Contatti: 095.7672264 oppure info@ristorantelaprua.com.

 

Cosa aspettate a prenotare la vostra auto e partire? Potete farlo da Catania, oppure direttamente dall’aeroporto di Fontanarossa… Buon viaggio, e buon appetito!

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *