Visita ad Alghero, la “piccola Barcellona”

Alghero

Alghero è mare e aria aperta. Questa piccola e vivace località della Sardegna può vantare una vasta offerta di attività da intraprendere e attrazioni di ammirare. La “piccola Barcellona”, così chiamata perché i suoi abitanti parlano ancora una particolare variante del catalano, e capitale della Riviera di Corallo, è un luogo ideale per trascorrere qualche giorno di relax, favorito da un clima mite e da una scenografia naturalistica da togliere il fiato.

Alghero

In città

Nel 1354 gli spagnoli occuparono la città e decisero di rinnovarne la cinta muraria. I Bastioni, tra i meglio conservati in Italia, sono una viva testimonianza di quel passato. Per visitarli, consigliamo di percorrere la passeggiata che parte dai bastioni Marco Polo fino a quelli di Magellano, sull’altro versante del promontorio. Nel corso della visita è anche possibile ammirare le sette torri difensive rimaste intatte. Facendo una sosta, si può approfittare per visitare la Cattedrale di Santa Maria, risalente al XVI, contraddistinta dall’alta torre del campanile che svetta sulle abitazioni alle spalle del porticciolo. Da non perdere, ancora, a una manciata di minuti da Piazza Duomo, il museo dedicato al storia e alla tradizione del Corallo, inserito nella suggestiva cornice di Villa Costantino, alla scoperta del passato e dei costumi popolari della città di Alghero. AlgheroTerminando la nostra passeggiata, raccomandiamo un salto all’acquario Mare Nostrum (uno dei due presenti in Sardegna). Comprende una ricca esposizione di pesci sia marini che di acqua dolce, e rappresenta inoltre l’unico in Italia a ospitare i rari esemplari di Pesce Pietra, uno tra i pesci più velenosi del mondo.

 

Fuori città

1200px-Capo_Caccia_Panorama

4042680483_bafb26993d_zPrendendo la macchina e uscendo dalla città, a una decina di chilometri di distanza, troviamo il complesso nuragico di Palmavera, noto per ospitare un considerevole numero di costruzioni precedenti al XIV secolo a.C., e per aver distribuito molti dei reperti ora custoditi nei principali musei sardi. Il sito rappresenta una delle migliori occasioni per scoprire l’antichissima civiltà nuragica. Palmavera si raggiunge da Alghero percorrendo la SS127bis a nord di Alghero. Ancora più a nord, non distante dall’aeroporto di Fertilia, si trova la necropoli di Anghelu Ruju, la più vasta necropoli della Sardegna prenuragica. Nel sito sono state rinvenute 38 domus de janas, i tipici sepolcri di epoca prenuragica scavati nel sottosuolo e articolati in vani ai quali si accede tramite corridoi e scalinate di pietra. Infine, percorrendo la SS55, si raggiunge il promontorio di Capo Caccia, dov’è possibile visitare l’omonima Area Marina Protetta; e in particolare le “Grotte di Nettuno” (se le condizioni meteo lo consentono). Accessibili per due vie: 3743179562_4d393f9eb2_ola famosa “Scala del capriolo”, costituita da 656 gradini lungo la parete del massiccio di Capo Caccia; e via mare, con partenza da Alghero o da Porto Conte, le grotte al loro interno offrono uno spettacolo fiabesco e incantevole: sale scavate nella roccia, laghi di acqua salata, stalattiti e stalagmiti che ricongiungono in colonne di pietra, e infine vere e proprie spiagge sotterranee. I 580 metri delle Grotte di Nettuno sapranno lasciarvi a bocca aperta.

 

Attività all’aria aperta

239214955_343960aeb9_z

Raccontando la città di Alghero, abbiamo parlato di storia e di cultura, di luoghi preistorici e incantati; ripercorrendo i nostri passi, invece, vogliamo esporvi le attività che si possono fare nei suoi splendidi territori, tanto dal punto di vista sportivo che da quello del semplice relax. Risalendo da Porto Conte, è possibile visitare alcune delle spiagge più incontaminate della Sardegna, cominciando da Cala Dragunara e la spiaggia di Mugoni, immerse nel verde; passando a quella, più tradizionale, del Lazzaretto; e a quella più celebre, Le Bombarde, dall’acqua cristallina e dal panorama brado. Infine, troviamo Maria Pia Beach¸ dalla sabbia fine e bianchissima; e il più centrale e turistico Lido di Alghero. 14996826184_17d5e58472_zPer gli amanti dello sport, le attività non mancano, come per esempio il diving, il più tranquillo snorkeling oppure l’immancabile giro in kajak; ma anche itinerari escursionistici, in bici e a cavallo, e veri proprio percorsi di trekking e scalate, come quello della Via Ferrata del Cabirol, indicato per persone più allenate. Per i più piccini, invece, segnaliamo il parco divertimenti che si trova in località Le Bombarde, con aree attrezzate sia per lo svago che per il ristoro.

 

Vi ha incuriosito questa descrizione di Alghero? Visitarla è un gioco da ragazzi, noleggiando un auto in città oppure direttamente dall’aeroporto di Fertilia. Buon viaggio!

1024px-Alghero_bastioni_c_o

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *