Il Salento e le sue perle: Lecce, Otranto… e non solo!

Otranto

Ci sono terre che hanno conquistato un livello di celebrità e di riconoscimento che le rendono assoluti capisaldi per chi desidera viaggiare e fare turismo alla scoperta del territorio italiano. Una di queste è il Salento, quella fetta di Puglia che corrisponde alle sue estremità meridionali, il famoso “tacco” dello stivale italiano, abbracciata a ovest dal mare Adriatico e a sud dal mar Ionio. In questa piccola fetta d’Italia, che corrisponde alla provincia di Lecce (di cui vi abbiamo già raccontato le meraviglie del suo barocco) si concentrano un alto numero di bellezze naturalistiche e culturali che hanno attratto, negli ultimi anni, un grandissimo numero di turisti che hanno saputo innamorarsi di questa terra e la sua bellezza a volte selvaggia, a volte raffinatissima, ma sempre mozzafiato. Andiamo a scoprire assieme quali sono le attrazioni salentine più belle e apprezzate.

 

Lecce

Lecce

Lecce è per forza di cose la prima tappa di chi visita il Salento. Non fosse altro perché la città di Lecce è molto ben collegato con tutte le altre località salentine, per cui può essere una buona idea prendere un albergo, un B&B o altre strutture qui per poi muoversi agevolmente nella penisola. Come abbiamo detto, a Lecce abbiamo già dedicato un articolo, a cui vi rimandiamo per entrare più a fondo nel dettaglio dei capolavori del suo stile Barocco, originalissimo e unico al mondo. Vi ricordiamo qui i luoghi da non perdere: Palazzo dei Celestini, la Chiesa di Santacroce, il bellissimo Duomo; e poi ancora Piazza Sant’Oronzo e l’Anfiteatro Romano, il Castello di Carlo V. Senza dimenticare di affondare i denti nelle specialità leccesi, come i “pizzi”, i pasticciotti, e il caffè locale, servito in versione estiva, con un goccio di latte di mandorla e ghiaccio. Vi renderete conto di trovarvi in una delle città più belle d’Italia, e vi domanderete come mai non c’eravate mai stati prima.

 

Otranto

Otranto

Otranto è una delle punte di diamante della penisola salentina, il punto geografico più a est dell’intera penisola italiana, un vero e proprio gioiello. Nota per i suoi vicoli brulicanti di botteghe di artigianato dal sapore retrò, Otranto è una località che offre ai propri visitatori una serie di servizi efficienti e all’avanguardia. Tra ristorantini e cocktail bar che affacciano direttamente sui bastioni della città, è bello avventurarsi alla ricerca di qualche souvenir e lanciarsi nello shopping: gli oggetti più apprezzati sono i sandali in cuoio artigianale, le borsette, i bikini all’uncinetto, davvero irresistibili. Nel punto più alto della città è possibile visitare la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, il cui interno offre un impatto scenico di grande suggestione, con il suo mosaico pavimentale e la cappella dedicata ai martiri di Otranto. Inoltre, a Otranto si trova una delle più rinomate spiagge dell’intero Salento, la Baia dei Turchi, meta ambitissima di bagnanti e amanti del mare: un luogo dalla bellezza incontaminata e dalle tinte vivide e ricche di sfumature; un vero paradiso di pace e di silenzio. Infine, tra i luoghi da visitare, citiamo la cava di bauxite, nei pressi della Baia delle Orte. La cava, dismessa ormai sin dalla fine degli anni Settanta, offre uno scenario affascinante in virtù dei suoi forti contrasti cromatici, in cui il verde acceso delle acque del laghetto si scontra con un color ruggine intenso, alleggerito dalle varie piante palustri che circondano la cava.

Otranto by night

Pescoluse

A photo posted by Andrea (@itwasalladream_91) on


Proseguendo verso la costa Ionica, e raggiungendo la cosiddetta “punta” dello stivale, troviamo quelle che vengono chiamate le “Maldive del Salento”. Siamo a Marina di Pescoluse: per alcuni, la più bella spiagga del Salento. La distesa di sabbia bianca e finissima, i bassi fondali e gli isolotti che emergono dalle limpide acque, le dune ricoperte di acacie e giglio bianco ne fanno uno dei posti più frequentati e desiderati di tutta la provincia di Lecce. L’ampia spiaggia è protetta dalle splendide dune, una bella vegetazione spontanea che separa il mare cristallino dal resto del mondo. Pescoluse può vantare un litorale di circa quattro chilometri, un luogo ideali per ogni sorta di bagnante: quello più sportivo, che si può dedicare al jogging e alla corsa alle prime ore del mattino, da Torre Vado a Torre Pali e di ritorno; gli amanti della tintarella, che si possono distendere e godere del magnifico sole che risplende sulla spiaggia bianca; gli amanti del mare, che possono tuffarsi e rinfrescarsi nelle acque ioniche, azzurre e pulite; e anche quelli più notturni, che possono godere di un tramonto romantico e intenso, tutti i giorni. Pescoluse inoltre è una località ben attrezzata, dotata di strutture e servizi per la balneazione, per il pernottamento, la ristorazione; ma anche per organizzare viaggi ed escursioni nel litorale e nell’interno. Un luogo di villeggiatura dove il comfort e il relax sono garantiti.

Gallipoli

https://i0.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f3/Gallipoli_Citt%C3%A0_Vecchia.jpg?resize=641%2C412&ssl=1

Se di Otranto si dice che sia la perla dell’Adriatico, allora per Gallipoli è altrettanto vero che sia la perla del Mar Ionio. Innanzitutto, Gallipoli è una città che giace sul mare e idealmente divisa in due parti: da un lato c’è il borgo, la parte moderna sviluppata attorno all’arteria di Corso Roma, popolata di negozi, bar, pizzerie; e dall’altra parte c’è la città antica. Quest’ultima è un isolotto attaccato alla terra a cui si accede tramite un ponte in pietra. Il camminamento laterale, brulicante di locali dove prendere un apertivo, cenare o prendere qualcosa da bere, guarda al porto, alla spiaggia della Purità, al mare, al faro di Sant’Andrea; le stradine, sul versante opposto, si presentano strette quasi a formare un labirinto, così costruite per riparare le case dei pescatori dal vento. La bellezza del centro storico sta nelle sue corti, nei palazzi e nei balconi, nello stile barocco delle sue chiese antiche, nelle sue bancarelle, nei negozietti d’artigianato e nei profumi della sua buona cucina. Il Lungomare Galilei, dall’altro lato, si presta alle passeggiate e al divertimento dei più piccoli con le giostre. Anche il palato qui trova il suo appagamento, grazie ai camioncini dove si può ordinare un panino ben farcito o una porzione di patatine. Percorso fino al suo termine, il Lungomare porta a Lido San Giovanni, al Parco Gondar, luogo istituzionale del palinsesto musicale salentino; e, più avanti, a Baia Verde, punto focale della movida. Si balla in spiaggia fino a notte fonda. Gallipoli è divertimento e fascino per tutti i generi e tutte le età.

 

Porto Cesareo

Torre Lapillo a Porto Cesareo

Con Porto Cesareo concludiamo la nostra breve panoramica; tuttavia ci sarebbe ancora moltissimo raccontare di quest’area che è un vero e proprio scrigno di tesori, dalla bellezza dei borghi antichi all’incontaminata pace delle sue spiagge e calette, che siano sul versante ionico o adriatico. Noi restiamo sul mar Ionio, superiamo Gallipoli e arriviamo a Porto Cesareo, risalendo il “tacco” dello stivale italiano, sulla strada che conduce fino a Taranto. Porto Cesareo, erede dell’antico Portus Sasinae di epoca latina, è tra le più note località turistiche estive del Salento. Peculiare di Porto Cesareo è la sua bellissima spiaggia di acque cristalline e dune naturali, che si estende ininterrotta per 17 chilometri, e il piccolo arcipelago di isolotti visibili dal centro abitato, su cui spicca l’Isola Grande, detta anche ‘Isola dei Conigli’. Oltre a essere una località turistica ben attrezzata, Porto Cesareo è anche sede di un’importante area marina protetta e di una riserva naturale per la protezione della cosidetta Palude del Conte e delle dune naturali. Infine, la sua lunga storia ha conservato numerosi edifici di interesse storico e artistico, come le Torri militari Lapillo, Chianca, Cesarea e Castiglione; la Chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso; le masserie antiche e le aree archeologiche delle Colonne Romane nei pressi di Torre Chianca e quello preistorico di Scalo di Furno, a nord del paese.

 

Il nostro piccolo viaggio nel Salento termina qui, ma ritorneremo presto a visitarlo. Nel frattempo, segnalateci sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+ le vostre mete salentine preferite. Il prossimo appuntamento è su Noleggioauto.it, per organizzare il vostro prossimo viaggio… vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *