Lecce, perla del barocco!

Il capoluogo pugliese di Lecce si contraddistingue per la sua importante tradizione barocca; e in particolare, per il materiale di costruzione con cui gran parte degli edifici sono stati edificati, la cosiddetta “pietra leccese”, che conferisce alla città una calda atmosfera, unica nel suo genere, quando la luce illumina le facciate delle chiese e dei palazzi. Città universitaria, Lecce è anche nota come la “Firenze del Sud” per la ricchezza e la bellezza del suo patrimonio artistico e architettonico. Vi presentiamo, con questo articolo, alcune delle principali attrazioni della capitale del Salento, da ammirare e visitare a bordo della propria auto a noleggio, magari ritirandola nei pressi della Stazione Ferroviaria, appena giunti in città.

Lecce

Porta Napoli

Lecce

Il nostro percorso comincia a Porta Napoli, detta anche “Arco di Trionfo”, presso Viale dell’Università. Da qui si prosegue lungo via Palmieri, per raggiungere alcuni dei grandi palazzi signorili della città, come Palazzo Guarini, Palazzo Vergara-Casotti e Palazzo Palmieri; il Teatro Paisiello; e le chiese di Santa Maria della Porta e di San Giovanni di Dio. Sulla piazzetta dedicata a Ignazio Falconieri, si affaccia Palazzo Matarrese, tra i più famosi del ‘700; e andando oltre, lasciandosi alle spalle Palazzo Lopez y Royo Personè, si incontra Piazza Duomo, la piazza Sacra che include il Seminario, l’Episcopio, il Campanile e il Duomo, esempi tra i più alti dello stile leccese e dell’uso della pietra arenaria.

Lecce

 

Piazza Sant’Oronzo

Lecce

In Piazza Sant’Oronzo, cuore del centro storico, dedicata al patrono della città, è possibile ammirare la Colonna con la statua del Santo e i resti dell’Anfiteatro di epoca romana. In piazza è possibile anche visitare la Basilica di Santa Croce, emblema del barocco leccese, edificata nel 1549 su un’area che comprendeva già un monastero del trecento; e che solo 146 anni dopo, nel 1695, fu portata a termine con i dettagli finali del rosone e della parte superiore della facciata. Lasciandosi la piazza alle spalle e superando via Roberto di Biccari, si raggiunge il Castello di Carlo V, voluta dal sovrano con lo scopo di ammodernare e rinnovare le antiche strutture difensive di epoca Sveva e Angioina, sottoposte a frequenti attacchi dal mare.Lecce

Quali sono i vostri scorci preferiti di Lecce? Condividete le vostre impressioni sulle nostre pagine Facebook, Twitter o Google+… vi aspettiamo!

 

 

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *