Il mal d’auto: conoscere e combattere la chinetosi.

chinetosi

Capita a molti, ma non a tutti: l’80% degli adulti ne ha sofferto almeno una volta nella vita. Per alcuni è un fatto cronico, per altri un ricordo spiacevole legato all’infanzia. Spesso, parlando d’auto, si associa a gite in montagna e tornanti. Nel caso delle navi, invece, si citano campeggi estivi e traghetti. “Chinetosi” è il nome di quello spiacevole malessere che ci coglie durante un viaggio e che ci rende preoccupati e taciturni agli occhi dei nostri compagni, mentre dentro di noi si combatte un’aspra lotta per resistere al disagio, almeno fino all’arrivo. In questo articolo vi diamo qualche informazione utile sul mal d’auto (o mal di macchina), e qualche indicazione per fronteggiarlo.

 

Cos’è la Chinetosi

chinetosi

Nausea, sudore freddo, pallore improvviso, giramento di testa e vertigini, saliva in bocca, irrigidimento muscolare; nonché vomito e difficoltà a stare in piedi: questi i principali sintomi della chinetosi, un disturbo che insorge quando si compie un movimento reale o percepito. La chinetosi è considerata una forma di vertigine e non come uno specifico stato di malattia, la cui causa non è ancora del tutto chiara; ma è ritenuto che insorga a causa dei conflitti prodotti dai diversi modi in cui percepiamo un movimento. Il movimento, infatti, viene codificato dal nostro cervello attraverso diverse modalità di segnalazione, provenienti dall’orecchio interno, dagli occhi e dai nostri tessuti interni; e nel momento in cui il corpo si muove involontariamente, come quando si è dentro un’auto, può verificarsi confusione tra queste differenti tipologie di input sensoriale.

 

Come alleviare il mal d’auto?

chinetosi

Le vittime più frequenti del mal d’auto sono le donne, in particolare nel periodo di gestazione; inoltre, i bambini sono comunemente colpiti da questa condizione, soprattutto attorno ai 12 anni di età, mentre i neonati e i bambini di età inferiore ai 2 anni generalmente non ne sono interessati; infine, le persone che soffrono di emicrania o di altre condizioni che interferiscono con l’input sensoriale (come la labirintite) presentano una predisposizione particolare per i sintomi della chinetosi. Il principale metodo per gestire la chinetosi, in particolare in auto, è quello di sedersi in posizioni centrali, dove l’auto è meno soggetta a scossoni o cambi di equilibrio; e soprattutto di tenere lo sguardo fisso avanti a sé e restare concentrati sulla strada. In questo modo, focalizzando l’attenzione, il cervello si focalizzerà su unico tipo di input senza entrare in confusione. Lo sguardo fisso e la concentrazione inoltre spiegano come mai il guidatore, solitamente, è la persona a bordo meno soggetta al mal d’auto. Un altro rimedio diffuso e consigliato è l’ingestione di zenzero: preparare una tisana o un decotto di zenzero prima di partire è un buon modo per calmare lo stomaco e prevenire il senso di nausea.

chinetosi

Per quanto riguarda i rimedi naturali contro la nausea, ottimi sono anche cibi secchi come crackers o grissini; la menta (in tutte le sue forme); e la camomilla. Naturalmente, è cosa buona che prima del viaggio si consumi un pasto leggero: per evitare il mal d’auto, è fortemente sconsigliato partire a stomaco vuoto oppure troppo pieno; ed è inoltre raccomandabile di evitare bevande gassate, thé, caffè ed alcolici. Una volta a bordo, leggere, scrivere, e utilizzare dispositivi elettronici potrebbero aggravare il senso di nausea, costringendo il passeggero a una posizione scomoda del collo e a continue ed eccessive stimolazioni dell’orecchio interno. Piuttosto, è consigliabile ascoltare musica, anche con le cuffie, ed eseguire degli esercizi di respirazione e di rilassamento. Infine, esistono rimedi farmacologici e parafarmacologici, come il braccialetto antinausea, o le gomme e i cerotti antistaminici e anticolinergici, gli antiacidi e i farmaci procinetici, tutti dall’efficacia provata. Un infallibile equipaggiamento per essere pronti per un viaggio gradevole e sereno a bordo della propria auto.

 

Quali sono i vostri rimedi infallibili contro il mal d’auto? Raccontateceli sulle nostre pagine Facebook, Twitter o Google+… vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *