Canottaggio internazionale al lago di Varese

In questi giorni, e fino a domani, 21 giugno, si disputano in Italia la Coppa del Mondo di Canotaggio: un ottimo pretesto, sia per gli amanti dello sport che per quelli del turismo di lacustre, di saltare in auto e farsi una bella gita fuori porta. Alla scoperta del Lago di Varese, una località poco nota e che pure sa regalare scorci di inattesa e sorprendente bellezza.

 

La competizione

La Coppa del mondo, organizzata dalla FISA (la Federazione Internazionale di Canottaggio), si disputa annualmente dal 1997. La coppa del mondo è strutturata su tre prove annuali, che si svolgono solitamente nei mesi di maggio, giugno e luglio. Quella sul Lago di Varese è la seconda prova del circuito. La terza avrà luogo presso la tradizionale sede del Lago di Lucerna tra il 10 e il 12 di Luglio. Le tipologie di gare durante questa competizioni includono gare maschili e femminili, comprendenti le gare dei pesi leggeri e il para-rowing. Le batterie sono singole, doppie, da quattro e da otto.

 

lago di varese

Il Lago di Varese

Situato a 55 chilometri a nord di Milano, il lago di Varese è uno dei Sette Laghi della Provincia di Varese, insieme ai laghi Maggiore, di Comabbio, di Lugano, di Ganna, di Ghirla e di Monate. È il dodicesimo lago italiano per estensione, celebre per la sua inconfondibile forma a scarpa. Il lago di Varese è un rinomato luogo campo di gara per il canottaggio, sede della Canottieri Varese, organizzatrice di eventi remieri nazionali ed internazionali; e, della plurititolata canottieri Gavirate. La zona è votata alla conservazione dei beni ambientali e storici e alle pratiche sportive: oltre al canotaggio e la vela, sul lago è anche possibile praticare la pesca alla carpa (le acque infatti sono considerate tra le più pescose d’Europa) e il ciclismo (attraverso la lunga pista ciclopedonale che circonda le rive). Parco Zanzi è un oasi di pace e ideale per una camminata nel verde. Lagodivarese02I borghi di Capolago, Azzate, Cazzago (sede della Riserva Naturale della Palude Brabbia) e il comune di Gavirate custodiscono piccoli tesori di valore storico, come i castelli, la chiesetta della Madonnina del Lago, le ghiacciaie e lo scenografico chiostro di Voltorre. Inoltre, c’è da innamorarsi dell’Isolino Virginia, importante sito archeologico di epoca neolitica. L’isola fu sede di uno dei più antichi abitati palafitticoli europei. A partire dal sesto millennio fino al 900 avanti Cristo, l’isola è stata abitata dall’uomo; e le antiche strutture in legno che ne costituivano le abitazioni sono rimaste seppellite e straordinariamente conservate.

 

Sacromonte VareseCampo dei Fiori

Alle spalle del lago si trova il Parco Campo dei Fiori, che comprende il massiccio del Campo dei Fiori e della Martica. Oltre a una natura fitta e rigogliosa da attraversare seguendo i suoi sentieri e partecipando alle attività organizzate dall’ente del parco, all’interno del Parco si possono visitare l’imponente complesso monumentale del Sacromonte (inserito nelle liste UNESCO), la Badia di Ganna e seguire l’itinerario delle bellezze del liberty, partendo dal Grand Hotel, visitando la stazione di arrivo della Funicolare, e infine ammirando l’edificio che ospitava, nei primi del novecento, il ristorante “Campo dei Fiori”.

 

Come raggiungere il lago di Varese

Il lago è facilmente raggiungibile dal Piemonte (passando per la A26 e poi seguendo la A8), dalla Svizzera (percorrendo la SS 233), da Milano (entrando in A8), e infine attraverso la SS 342 da Como verso Varese. Tutti al Lago di Varese a tifare Italia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *