Una piccola guida dell’Argentina

argentina

Conosciuta da noi soprattutto per il calcio, il tango e i racconti di Jorge Louis Borges, l’Argentina è la seconda nazione dell’America Latina per dimensioni. Il paese ha vissuto una lunga storia di conquiste e rivoluzioni; ha attraversato una dura crisi economica all’inizio del terzo millennio; e adesso è tornata a essere una delle nazioni più benestanti del Sudamerica. Per i viaggiatori e gli avventurieri, l’Argentina resta sempre un paese affascinante e traboccante di vita e di attrazioni, soprattutto naturali, da attraversare e conoscere, meglio se a bordo di un’auto.

Prima di partire per l’Argentina

argentina

Per entrare in Argentina, se il soggiorno è turistico ed inferiore a tre mesi, il visto non è necessario ed è sufficiente il Passaporto in corso di validità, con scadenza non inferiore a sei mesi dalla data di arrivo in Argentina. Inoltre, i visitatori provenienti dai Paesi non limitrofi sono esenti dal pagamento delle tasse sugli oggetti di viaggio e gli articoli nuovi di valore non superiore a trecento dollari americani. Per guidare in Argentina è necessario il pemesso internazionale di guida, modello 1949, che è possibile ottenere presentando presso gli uffici provinciali del Dipartimento per i Trasporti Terrestri, insieme all’attestazione di due distinti versamenti (uno di euro 5,16 sul ccp n. 9001 e l’altro di euro 11,00 sul ccp n. 4028), la patente italiana in corso di validità in originale ed una sua fotocopia, due fotografie di cui una autenticata (anche direttamente dall’ufficio del Dipartimento al quale è personalmente presentata la richiesta) e una marca da bollo da euro 11,00. Per quanto riguarda sanità e vaccinazioni, in Argentina non è formalmente richiesto alcun certificato medico per l’ingresso e il servizio di pronto soccorso negli ospedali argentini è gratuito e aperto a tutti. Naturalmente, è sempre una buona pratica informarsi, prima di partire, se sia il caso di stipulare un’assicurazione medica per il viaggio.

Cosa visitare in Argentina

argentna

Naturalmente, essendo questa una piccola guida, ci è possibile solo raccontarvi a grandi linee quante e quali sono le bellezze di questo paese; cominciando, com’è buona pratica, dal principio, e cioè da Buenos Aires, la capitale del paese. Soprannominata “la Parigi del sud del mondo”, la città è una metropoli, nota per la straordinaria qualità della sua offerta gastronomica, i suoi negozi e la trascinante movida, perfettamente in equilibrio tra il suo passato coloniale, le sue influenze occidentali e la dimensione multietnica e popolare tipica di una grande e importante città. Alle spalle di Buenos Aires e del suo distretto troviamo le Pampas, il cuore della nazione: le due pianure (“umide” sul litorale e “aride” nell’entroterra), rappresentano il motore dell’economia e l’anima della cultura nazionalistica argentina. Nel suo territorio, oltre al Parque Nacional Liahué Calel, si trovano anche le città di La Plata, Luján (nota e affollata meta di pellegrinaggio), Rosario e Santa Fe; nonché Cordoba, seconda città della nazione, importante polo culturale ai piedi delle Sierras Chicas e celeberrima per la sua vita notturna.

argentina

Una delle zone più apprezzate del paese in tutto il mondo, e meta di turismo ambita, è però quella del nord est, comprendente le provincie di Misiones, Chaco, Santa Fe, Corrientes ed Entrerios. L’area è attraversata da tre dei maggiori fiumi argentini: il Paraná , l’Uruguay e il Rio Paraguay, che nutrono una meseta subtropicale rigogliosa e lussureggiante, la cosiddetta Mesopotamia Argentina, sede del  Parque Nacional El Palmar; e del Parque Nacional Iguazù, sessantamila ettari di paradiso faunistico e floristico, dal 1986 Patrimonio UNESCO dell’Umanità.

argentina

La regione del nord ovest si contraddistingue per il suo panorama montuoso: la catena andina è infatti protagonista assoluta di questa area e lungo di essa si dipanano i suoi siti più interessanti, tutti situati oltre i mille metri di altezza. Le Ande rappresentano la culla delle civiltà precolombiane e primo luogo di espansione dei conquistadores, come testimonia la località più importante della zona, la città di Salta, celebre per la Chiesa di San Francesco, la Cattedrale, il museo storico-antropologico e per l’architettura urbana di evidente origine spagnola. Da Salta è possibile inoltre prendere il famoso Tren a Las Nubes, che porta sino al confine con il Cile, seguendo uno dei più spettacolari itinerari andini. Segnaliamo infine la strada nazionale n° 9, attraverso cui, partendo da San Salvador de Jujuy, capitale della provincia di Jujuy, è possibile ammirare i Monumentos y Lugares Históricos Nacionalesle bellezze naturalistiche che hanno reso celebre questo angolo di mondo.

 

argentina

Il Cuyo, letteralmente il “Paese dei Deserti”, è il luogo dove le Ande raggiungono le vette più alte, con i 6.959 metri del cerro Aconcagua, il monte più alto dell’emisfero occidentale. La zona è una rinomata località sportiva nel periodo tra giugno e settembre, frequentata da amanti di alpinismo, escursionismo e  sci. Le principali città sono Mendoza, da cui è possibile partire per le escursioni sull’Aconcagua e sul Puente Inca, lungo l’antica strada per il Perù; San Juan, dove si può visitare il Parco di Talampaya e la Valle della Luna, uno dei giacimenti paleontologici più importanti de mondo; e San Rafaël.

argentina

Infine, la Patagonia. Celebre per i numerosi documentari e libri scritti a riguardo, è una terra senza eguali. Rappresenta un terzo del territorio argentino e si distingue in due aree: la Patagonia andina, dove le Ande raggiungono le loro estremità, in un continuo sali e scendi di valli e ghiacciai; e la Patagonia extrandina, connotata da altipiani e steppe ventose e semidesertiche che si allungano fino all’Oceano Atlantico. Una terra fredda e dura, dove le condizioni climatiche sono spesso inclementi: la temperatura media è di -15ºC sulla costa e –30ºC nelle zone continenetali, che scendono in inverno a –20º e –40ºC rispettivamente. La Terra del Fuoco, dove montagne, mari, laghi e acque congelate si incontrano e disegnano panorami estremi e surreali, offre attrazioni che non potrete ammirare in nessun altro luogo al mondo. Se volete andare alla scoperta di questo mondo selvaggio e affascinante, Calafate è il punto da cui partire per esplorare, da settembre a maggio, gli immensi e celebri ghiacciai del Perito Moreno e di Uppsala , i laghi Viedma e Argentino e la Foresta Pietrificata.

argentina

Pronti per partire? In questa guida avete scoperto solo le principali bellezze di questa terra meravigliosa che è l’Argentina. Altri ne verranno, dove vi avremo modo di raccontarvi nel dettaglio Buenos Aires, Cordoba, l’Iguazù, Salta, la Terra del Fuoco e altro ancora. Nel frattempo, speriamo di avervi fatto venire voglia di informarvi per i voli e, soprattutto, delle auto a noleggio; il modo migliore per attraversare questo paese, godendo della libertà e della pace dei suoi paesaggi più rinomati.

argentina

Vi è piaciuto il nostro articolo? Collegatevi alle nostre pagine Facebook, Twitter o Google+ e raccontateci la vostra opinione, i vostri viaggi e le vostre mete preferite… vi aspettiamo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *