Da Pietrasanta a Camaiore: viaggio in Versilia

Versilia

La Versilia non ha bisogno di presentazioni: quella fetta di territorio incastrata tra le alpi apuane e il mar ligure, inclusa nella provincia di Lucca, in Toscana, è una rinomata meta di viaggi e vacanze. In virtù della sua fortunata collocazione geografica, l’offerta turistica di questa regione è molto variegata e di altissima qualità. Andiamo a vedere insieme quali sono le località della Versilia e qual è la loro particolare offerta, partendo dalle località tradizionalmente riconosciute come versiliane, quali Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza e Stazzema; e quelle che sono state “incluse” nel territorio versiliano nel corso degli anni: Viareggio, Camaiore e Massarosa.

Pietrasanta

Versiali

Pietrasanta è il capoluogo della “Versilia Storica” ed è una rinomato centro per la lavorazione del marmo e del bronzo d’importanza internazionale, crocevia di scultori provenienti da tutto il mondo. Il paese nel tempo è stato in grado di assumere il volto di un vera e propria città d’arte: numerose sono infatti le gallerie e le grandi esibizioni stagionali sulla Piazza del Duomo e nella Chiesa di Sant’Agostino. Da non perdere la chiesa sospesa al culto di Sant’Agostino (sec. XIV), in stile romanico con annesso campanile in stile barocco; il Duomo di San Martino e la Torre Civica; e infine, la Rocchetta Arrighina, accanto alla quale si trova l’arco di Porta a Pisa. Facendo un giro lungo il sentiero delle mura cittadine, si può arrivare fino alla Rocca di Sala.

Forte dei Marmi

La città di Forte dei Marmi prende il nome dal forte denominato “Il Fortino”, che il Granduca di Toscana Leopoldo I di Lorena fece costruire nel 1788. Forte dei Marmi è una della più apprezzate località balneari a livello nazionale, forse perchè è da sempre meta preferita di attori, politici, autorità e industriali per le loro vacanze. In città è possibile ammirare i viali estendersi fra lussuose ville private, negozi e ristoranti di lusso; come nella zona di “Roma Imperiale”, sede di ville immerse nel verde e progettate in varie epoche e in vari stili da nomi di grido dell’architettura mondiale. Un edificio “storico” e molto famoso è la discoteca Capannina di Franceschi, il primo locale da ballo italiano, inaugurato nel 1929, che a tutt’oggi richiama centinaia di persone grazie alle sue feste stile anni ’70. In tutta la città sono presenti lussuosi hotel e stabilimenti balneari di primissimo pregio. Passeggiando sulla spiaggia vi imbatterete nella passerella usata un tempo per imbarcare enormi blocchi di marmo destinati a tutte le parti del mondo, che oggi rappresenta solo un luogo d’interesse turistico, ma sulla quale è possibile passeggiare. Forte dei Marmi può vantare ben cinque chilometri di spiaggia sabbiosa e un lungomare arricchito da bellissime palme e oleandri, nonché strutture di ospitalità di primo livello e un mare la cui qualità è stata a più riprese confermata e certificata. Come si dice in certi casi: il top del top!

Seravezza

Seravezza è uno dei comuni della cosiddetta “Alta Versilia”, la faccia “montana” del territorio. Seravezza nacque come comune libero nel 1515, e la sua storia si lega strettamente con l’attività di estrazione del marmo. A una manciata di minuti dalla costa si trova un importante centro per la lavorazione del marmo, situato in una valle circondata dalle maestose catene monutose delle Alpi Apuane, da cui emerge il Monte Altissimo, il picco più alto e la principale fonte di rifornimento di materiale. Anche il commercio e la manifattura sono molto sviluppati e ruotano attorno all’estrazione e la lavorazione del marmo. Vicino al centro cittadino, il Palazzo Medici ospita il museo permanente di artigianato, l’attività che abbraccia l’intera tradizione storica della Versilia; e un’ importante esposizione d’arte moderna e contemporanea. Un altro edificio di interesse sono la Chiesa Romanica di La Cappella (XIII° secolo), situata a pochi chilometri dal paese di Azzano. Nel mese di maggio, inoltre, si tiene il “Palio dei Micci”, un evento che ha luogo ogni anno, dal 1956, nella frazione di Pozzi, la prima domenica di maggio. Le Otto contrade del paese entrano in competizione l’una con l’altra in una gara a bordo d’asino (i ‘micci’). Un evento che è anche una ricostruzione storica e una grande attrazione per turisti e curiosi.

Stazzema

Situata sulle pendici delle Alpi Apuane, Stazzema è l’altra località “montana” dell’Alta Versilia. Immersa nel Parco delle Alpi Apuane e nel bel mezzo dell’area spartiacque del fiume Serchio, il territorio di Stazzema risulta perfetto per ogni tipo di escursione montana e per qualsiasi attività su roccia. I principali luoghi d’interesse storico-artistico sono la Pieve Romanica di Santa Maria Assunta (XIII° secolo); il Museo della Resistenza, che si trova nel paese di Sant’Anna; la Torre medicea dell’orologio del 1739 e la Fontana della Carraia, risalente al XVI° secolo. In particolare, il paese di Sant’Anna di Stazzema è noto per essere stato teatro, durante la Seconda Guerra Mondiale, di un massacro di civili da parte dei soldati tedeschi, avvenuto il 12 Agosto del 1944. Il territorio è noto per le sue ricche miniere d’argento che, nel tempo, incentivarono l’allestimento di un ben organizzato sistema difensivo: la Torre dell’Argentiera, il Monte Rocca, il Castellaccio di Gallena e la Torre di Monte Anchiana costituiscono uno dei punti principali di difesa strategica della porzione di territorio legato all’antica zona di estrazione mineraria dell’Argentiera di S. Anna. Qui sono presenti gallerie scavate a scalpello di epoca medievale, medicea, o anche più antica. Altri castelli e siti fortificati del territorio comunale sono quelli di Farnocchia e Pomezzana, oltre alle torri costruite durante l’ultimo conflitto mondiale per controllare la linea gotica.

Viareggio

Viareggio è la perla della Versilia (anche se non appartiene al territorio strettamente versiliano, cioè quello del bacino del fiume Versilia): elegante e raffinata località balneare Viareggio è un famoso centro d’intrattenimento, la terra dell’omonimo carnevale  e della vita notturna della Versilia, grazie ai suoi tanti locali alla moda. Viareggio non è però solo vita notturna ma una località che offre una vasta gamma di attività per tutta la famiglia a partire da maggio fino ad ottobre. A partire dai suoi eventi: oltre al Carnevale, infatti, in città si tengono anche il Premio Viareggio per la Letteratura e il Festival Puccini nella vicina Torre del Lago Puccini. Viareggio è anche una località dalla storia lunga e interessante, di cui ci restano molte testimonianze di notevole interesse architettonico, come il Palazzo Bernardini, costruito nel XVIII° secolo e residenza estiva di alcuni nobili di Lucca, il Palazzo Bell’uomini, che divenne famoso per aver ospitato il Papa Pio VII prima del suo trasferimento forzoso in Francia come prigioniero di Napoleone III; degno di attenzione è anche il Palazzo Paolina, costruito in onore di Paolina Bonaparte e oggi sede di due musei e del Palazzo della Cittadella. Nonché il simbolo della città, la Torre di Matilda, una fortificazione eretta nel XVI dai Lucchesi per difendere la città dalle scorribande dei pirati.

Camaiore

Camaiore è uno dei comuni più importanti della Versilia e si estende dalle vette delle Alpi Apuane fino al Mar Tirreno. La città vanta numerosi monumenti, fra i quali citiamo la Collegiata di Santa Maria Assunta (risalente al XIII° secolo), il Campanile (risalente al XIV° secolo), la raffinata Abbazia di San Pietro (VII° secolo), il Museo d’Arte Sacra e l’antica chiesa di San Michele, distrutta nel 1944 e attualmente ricostruita in base alla sua struttura originaria. Camaiore conta fra i suoi gioielli la cittadina di Lido di Camaiore, una bellissima località balneare storica e famosa, che presenta un’infinita distesa di spiagge sabbiose e una passeggiata piena di ristoranti e negozi di tutti i tipi, e Capezzano Pianore, famosa in passato per la produzione di fragole e attualmente conosciuta per la fiorente attività di floricoltura.  I dintorni di Camaiore rappresentano un vero e proprio paradiso per gli appassionati di escursionismo: dalle vette delle Apuane si possono raggiungere gli adiacenti centri collinari fino ad arrivare all’area di Seimiglia, quali Lombrici, situata nell’ex valle dei mulini e famosa per le sue fabbriche e per i frantoi; Monteggiori, luogo chic di villeggiatura; Gombitelli, famoso per la lavorazione del ferro; e Pieve di Camaiore sede di una delle cinque pievi storiche presenti in Versilia, la Pieve di S. Stefano.

Massarosa

L’ultima località della Versilia di cui vogliamo parlarvi è Massarosa: situata al centro di un piacevole e variegato paesaggio, l’antichissima città di Massarosa si trova nelle vicinanze del lago di Massaciuccoli, tra le Alpi Apuane e la costa. Nucleo famoso sin dall’epoca preistorica, Massarosa divenne un centro abitato molto frequentato in epoca romana; tanto che ancora ai giorni nostri  restano tracce delle antiche Terme Romane di Massaciuccoli. Massarosa conobbe un periodo di florida ricchezza nel Cinquecento; e fino all’Ottocento, per questa ragione, su tutto il territorio massarossese vennero edificate numerose ed elegantissime ville nobiliari, ventisette in totale, alcune delle quali appartenute non solo a nobili ma anche a ricchi mercanti della zona. Massaciuccoli è famosa per il suo lago appartenente al parco naturale di Migliarino S. Rossore Massaciuccoli, dove è possibile ammirare una grande varietà di specie di uccelli e diversi tipi di piante come eucalipto, ontano e giglio d’acqua. Questa placida località rappresenta l’ambiente ideale per gli amanti della natura, la cui offerta turistica si concentra soprattutto su tranquille attività all’aria aperta come camminate ed escursioni. I principali monumenti di Massarosa , oltre alle già citate ville nobiliari, sono la Chiesa di San Jacopo e Andrea e la chiesa di Pantaleone, risalente al XIII° secolo e costruita sui resti di una Chiesa paleocristiana. Edificata sul borgo collinare di Pieve a Elici, essa è considerata la più importante delle chiese presenti in Versilia, autentico gioiello dell’arte Romanica.

Quali sono i luoghi della Versilia che amate di più? Lasciate un commento sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+. Il prossimo appuntamento è su Noleggioauto.it, per organizzare il vostro prossimo viaggio… vi aspettiamo!

2 Commenti

  • Gian Paolo Viviani ha detto:

    Forte dei marmi? Ma ci siete mai stati? A me sembra Camogli o giù di li.

    • admin ha detto:

      Ciao Gian Paolo,

      evidentemente abbiamo fatto confusione con le foto al momento della pubblicazione. Abbiamo provveduto a inserire una foto più appropriata.
      Ti ringraziamo della preziosa segnalazione!

      Informaviaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *