Cosa fare a Bordighera e nella riviera di Ponente

Bordighera

Tutte le estati l’attenzione dei viaggiatori si rivolge alla Liguria e alle sue stupende località turistiche e le sue strutture ricettive. In questo articolo, vogliamo rivolgere il nostro sguardo verso “l’altra faccia” della regione, lontano dalle tradizionali, bellissime e gettonatissime Cinque Terre, e ci rivolgiamo verso la riviera di Ponente. Abbiamo scelto Bordighera, nella provincia di Imperia, per partire con il nostro viaggio e via via ci sposteremo di località in località, raccontandovi cos’hanno da offrire i paesi nel lato forse meno famoso della riviera ligure ma senz’ombra di dubbio non meno vivace e interessante.

Bordighera

Bordighera è una città chic ed elegante: assomiglia un po’ ai turisti inglesi che letteralmente la invasero a fine ‘800. Per averne la riprova, basta percorrere la via Romana e ammiraee la pineta e i muri coperti di buganville, i grandiosi alberghi in stile liberty e le lussuose ville – su tutte, Villa Garnier, anche se si trova nell’omonima via. Nella città vecchia sarete accolti dai suoi carrugi e dall’alta concentrazione di ristoranti di qualità. Sul lungomare potrete ammirare l’intero panorama che spazia dalla Costa Azzurra a Sanremo e fermarvi in uno dei numerosi ristoranti e locali notturni per trascorrere una piacevole serata. Andate fino a Capo Sant’Ampelio per godere di un romantico e scenografico tramonto; infine, prima di rincasare, non mancate di assaggiare una delle istituzioni bordigotte, la “pastecca” (anguria) di Mambrin, poco prima del porto. Per gli amanti della tintarella, nel tratto che divide Bordighera da Ventimiglia, si trova la spiaggia Rattaconigli, una spiaggia popolare, spaziosa e ben attrezzata.

Dolceacqua

Le specialità di Dolceacqua sono il vino Rossese e le tradizionali michette: quando andate a Dolceacqua, non dimenticatevi di gustare entrambi, in una cantina del borgo o uscendo da una panetteria di Piazzetta San Sebastiano. Un itinerario consigliato è quello che vi porta al castello dei Doria, passando dal ponte romano e inerpicandovi su per i carrugi. Se amate la Natura e volete avere una visione d’insieme della Val Nervia, non perdete il Visionarium, una sala per proiezioni nei formati 3D e Omnimax, specializzata in documentari d’interesse naturalistico e realizzati in modo “artigianale”.

Rocchetta Nervina

Rocchetta è una località poco citata dalle guide turistiche e dai percorsi consigliati. Si tratta di un paese è accogliente e ospitale che proprio nella stagione estiva ospita numerose sagre gastronomiche. Vicino a Rocchetta, a pochi minuti a piedi, si possono visitare i cosiddetti “laghetti”, piscine naturali lungo il corso del rio Barbaira e, se la stagione lo permette, ci si può immergere nelle loro acque blu e pulite per fare un bagno davvero rinfrescante. Un posto davvero incontaminato, poco frequentato anche dalla gente del posto, perfetto per una gita al sacco.

Apricale

Apricale è considerato uno dei più bei borghi d’Italia: un paese di circa 650 abitanti arroccato su uno sperone roccioso. Lo panorama del Castello della Lucertola, costruito nel X secolo dai Conti di Ventimiglia, è sicuramente un’indimenticabile immagine da cartolina. Ma non pensiate che la vita ad Apricale sia tutta qui: attorno al Castello si animano le attività culturali del paese, dal ricco museo costruito all’interno alle rappresentazioni all’aperto del Teatro della Tosse. Apricale è una località amata dagli artisti, che ne hanno decantato la bellezza sui murales che hanno dipinto sulle muri dei suoi tentacolari carrugi. Inoltre, è anche un paese di bontà da scoprire: nelle botteghe, nei B&B e nei piccoli locali sarà possibile degustare le sue specialità, come la sardenaira, una focaccia cotta al forno e ricoperta da pomodoro e sardine; lo stoccafisso mantecato, detto brandacujùn; il brussu, proveniente dai pascoli delle Alpi Liguri proviene, latte di capra cagliato, salato e stagionato, dal sapore molto forte; e i dolci come le pansarole, frittelle dolci servite insieme allo zabaione caldo, e infine le cubaite, dolci di miele e nocciole.

Ventimiglia

Ventimiglia è la Porta Occidentale d’Italia e, pur non vantando un fascino glamour come quelli di Sanremo e Bordighera, non può essere esclusa dalle mete rivierasche. Il venerdì è il giorno in cui la città è quasi interamente occupata da uno dei più grandi mercati d’Europa, durante il quale la ricerca del parcheggio può rivelarsi molto complicata. Le attrazioni da non perdere sono il teatro romano del II sec AC, la cattedrale romanica nella città alta e una capatina di tutto relax in uno dei baretti della Marina San Giuseppe. Recuperato il fiato, ricordatevi di fare un salto al Museo Preistorico dei Balzi Rossi, celebre anche per le grotte adiacenti, visitabili insieme alla mostra; e ai Giardini Botanici Hanbury, in località Mortola, a pochi chilometri dal confine di Ponte San Luigi.  Questo Orto botanico è assolutamente unico al Mondo per la varietà delle piante presenti e per la possibilità di ammirare panorama impareggiabile. A Ventimiglia potete anche approfittare per fare un salto in spiaggia: le più famose sono quelle della Marina San Giuseppe, delle Calandre e quella incantevole dei Balzi Rossi, a pochi passi dal confine con la Francia.

Sanremo

Sanremo è un po’ la Capitale dell’estrema Riviera di Ponente. Un edificio molto bello e particolare da visitare in città è la Chiesa di Cristo Salvatore, una chiesa di rito ortodosso costruita a Sanremo all’inizio del Novecento dalla nobiltà russa, che aveva scelto la città come luogo turistico e per soggiorni curativi. La seconda tappa del giro a Sanremo non può non essere il Casinò, uno dei locali notturni più conosciuti e rinomati in tutta Italia. Percorrendo corso Matteotti si raggiunge un’altra “eccellenza” italiana: il teatro Ariston, tempio della musica leggera italiana e casa del Festival della Canzone Italiana. Un posto meno noto che merita una visita è il borgo di Bussana, distrutto da un terremoto nel 1887 e ripopolatosi di artisti e hippies a patire dagli anni ’70. Infine, se siete a caccia di vita notturna, piazza Brescia fa per voi, con i suoi ristoranti e i locali dove ascoltare buona musica dal vivo.

Quali sono le vostre attrazioni preferite nei dintorni di Bordighera e della Riviera di Ponente? Diteci la vostra sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+. Il prossimo appuntamento è su Noleggioauto.it, per organizzare il vostro prossimo viaggio… vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *