Palinuro: spiagge meravigliose… e non solo!

Palinuro

Palinuro è una meta turistica molto ambita per il suo mare cristallino e per la vita notturna e la presenza di tanti locali. Diverse strutture, come residence e hotel, sono immersi nel verde di ulivi secolari, dove fresco e relax sono garantiti. In questo articolo, vi portiamo a conoscere le bellezze della celebre frazione del comune di Centola, in provincia di Salerno. Celebre per condividere il nome con uno dei personaggi della saga classica dell’Eneide, Palinuro vanta un’offerta turistica che spazia su tutti fronti, offrendo ai suoi visitatori la possibilità di vivere un’esperienza unica, immersi in una natura sorprendentemente incontaminata.

Cultura

Palinuro non è solo spiagge e discoteche! La località vanta una storia antichissima: sono stati ritrovati segni di una necropoli risalente al IV secolo a.C., ma si teorizza che i primi insediamente umani possano risalire anche a tre secoli prima. Il principale riferimento per conoscere la storia di Palinuro e dei dintorni di Centola è  l’Antiquarium. Sito in località Ficocella su un terreno a picco sul mare, l’edificio conserva non solo importanti testimonianze e reperti risalenti dell’età preistorica, ma anche l’antica moneta PAL-MOL usata dai primi abitanti sulla collina della Molpa, preziosissimo reperto storico. Proseguendo avanti, tra le mille spaccature nelle rocce del Capo Palinuro, sulla Punta del Telegafo, svetta il faro della stazione meterologica. Il faro di Palinuro è il secondo più alto in Italia: è alto 70 m e la sua luce può essere visibile fino in Sicilia. Dentro la frazione di Palinuro, si possono ammirare Piazza Virgilio e la Chiesa di Santa Maria di Loreto. Infine, una dei monumenti più noti è la raffinatissima Fontana del ‘700: costruita in un orto gentilizio al centro di Palinuro alla fine del 1700, è una perfetta testimonianza del grande valore che l’aristocrazio locale attribuiva ai propri orti.

Spiagge

Naturalmente, questo è la ragione principale per cui Palinuro è divenuta una località turistica di livello internazionale: Palinuro può vantare acque cristalline e spiagge di qualità variegata e di bellezza unica. La spiaggia più famosa è certamente quella del Buondormire, apprezzata per l’unicità dei colori della sabbia e dell’acqua, al punto da essere spesso paragonata con i colori e i panorami delle località balneari thailandesi, anche in virtù della presenza del particolare scoglio de “Il Coniglio”, dalle pareti rigogliose di vegetazione. La spiagga del Buondormire si può raggiungere solo via mare. Continuando con la nostra carrellata, la spiaggia del Porto è situata proprio a ridosso del porto di Palinuro, incastonata all’interno di una magnifica insenatura, ben protetta dai venti grazie alle alte scogliere ricoperte di vegetazione. Si tratta di una bellissima spiaggia di sabbia, punteggiata da qualche ciottolo e caratterizzata da un litorale piuttosto stretto e lungo qualche centinaia di metri. Il mare è ovunque bellissimo, cristallino e trasparente, con fondali sabbiosi e digradanti, ideale per fare il bagno. Vicino alla foce del fiume Mingardo, la spiaggia dell’Arco, mista di sabbia e roccia, è la più frequentata e la più famosa; in particolare per l’Arco Naturale da cui prende il nome: una maestosa costruzione rocciosa che racchiude una caletta incontaminata, famosa anche per essere stata scelta come location in vari film, in particolare nel corso dei grandi anni ’60. Tra le spiagge più belle ricordiamo quella della Ficocella, facilmente raggiungibile a piedi e in macchina. A ridosso della foce del fiume Lambro si trova la spiaggia attrezzata della Marinella, fuori dal centro di Palinuro. In epoche precedenti essa ospitava il porto della Molpa, i cui resti sono ancora visibili ai piedi del colle. La spiaggia più “ordinaria” di Palinuro è quella delle Saline, situata a ridosso della parte settentrionale di Palinuro. “Ordinaria” per modo di dire: si tratta di una bellissima spiaggia di soffice sabbia dorata lunga quasi 5 chilometri, dal forte fascino selvaggio e orlata di macchia mediterranea. In virtù dei suoi fondali bassi è una spiagga perfetta per le famiglie in vacanza con i bambini. Infine, segnaliamo la spiagga detta “dell’ex club med“, una spiaggia dotata di un buone strutture, sabbia bianca e sottile e la presenza di due vecchi moli. Come vedete, per andare in spiagga a Palinuro c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Natura

Sul piano di quello che noi chiamiamo “natura”, e che riguarda tutte le attività sportive che possono essere svolte all’aria aperta, Palinuro ha lo straordinario vantaggio di trovarsi all’interno del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Naturalmente, oltre alle attività di trekking, l’attrazione più interessante e spettacolare dei suoi dintorni sono le sue grotte naturali. Partendo dalla spiagga del porto, tradizionalmente si visita la Grotta Azzurra, la cavità più estesa e più nota di tutto il complesso di grotte che ospita Capo Palinuro: la grotta si apre sul fianco settentrionale di punta della Quaglia, con una entrata triangolare alta 6 metri e larga 10, e deve il suo nome e il suo fascino allo spettacolare effetto della luce del sole proveniente da un sifone subacqueo che sbuca sul lato opposto di punta della Quaglia e che illumina l’intero ambiente rendendolo irreale e suggestivo. Proseguendo il giro s’incontra la Grotta del Sangue, il cui nome è dovuto anche in questo caso alle colore delle sue pareti interne, caratterizzate da una particolare qualità di  rosso che, riflettendosi sulla superficie marina, lascia intravedere nelle acque della grotta una sfumatura dello stesso colore. Oltre la punta del Mammone, nella cosiddetta Cala Fetente, si trova la Grotta Sulfurea, massima espressione del fenomeno idrotermale di Capo Palinuro. Il suo fondale e le sue pareti sprigionano vapori di acido solfidrico e il loro caratteristico odore di zolfo. Infine incontriamo la Grotta dei Monaci: le particolari e curiose formazioni stalagmitiche che si trovano all’interno della grotta, hanno assunto nell’immaginario locale le sembianze di tanti fraticelli avvolti nel saio.

Vi abbiamo fatto venire voglia di Palinuro? Quali sono le attrazioni che preferite e quali secondo voi andrebbero aggiunte all’articolo? Venite a lasciare una vostra opinione sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+. Il prossimo appuntamento è su Noleggioauto.it per organizzare insieme il vostro prossimo viaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *