Sanremo inaugura il primo Museo dei Fiori di Italia!

Sanremo inaugura il primo Museo dei Fiori di Italia!

Non poteva essere che la città dei fiori, Sanremo, in provincia di Imperia, in Liguria, a inaugurare in Italia il primo museo a loro dedicato. È accaduto lo scorso 8 aprile 2017: il Sindaco Alberto Biancheri ha tagliato il nastro del Floriseum, il Museo del Fiore di Sanremo all’interno della Villetta Winter immersa nello splendido parco di Villa Ormond.

 

Il Floriseum, Museo del Fiore di Sanremo


Il museo racconta attraverso le sue testimonianze più di cento anni di floricoltura sanremese: dai primi brevetti in Italia, alle storiche immagini della vita nei campi, fino ai vecchi utensili, i manuali e altro ancora, lungo un percorso all’interno della Villetta che ospiterà mostre floreali e fotografiche; e uno al suo esterno, con giardini e targhe a memoria dei pionieri italiani della floricoltura. L’idea dietro l’apertura del Floriseum è stata quella di spiegare ai cittadini e ai turisti, perché Sanremo è conosciuta in tutto il mondo come città dei Fiori. Il museo custodirà migliaia di reperti: centinaia di foto legate alla vecchia vita nei campi; e poi gli utensili dalle pompe a spalle, a quelli impiegati nelle campagne fino a quelli specifici dedicati all’ibridazione; nonché i primi brevetti originai della famiglia Ester e Ermanno Moro, protagonisti del percorsi dedicati alle figure storiche dell’arte della coltivazione dei fiori.

 

Villetta Winter e Villa Osmond

Un post condiviso da Gianni Berrino (@gianniberrino) in data:


Villetta Winter è solo una parte del grande giardino di Villa Ormond, uno dei luoghi storici di Sanremo che ha ricevuto un più recente restauro e restyling, divenendo uno dei simboli della città e del suo rinnovamento, conquistando un posto d’onore locale non solo come attrazione e parco pubblico ma anche come sede di convegni e incontri istituzionali. La villa e il suo giardino, appartenuta inizialmente alla famiglia Rambaldi, fu ricostruita nel 1887 per volere dei nuovi possidenti, i coniugi Ormond, in seguito a un terremoto che arrecò all’edificio gravi danni. L’architetto Emile Réverdin diede all’edificio la forma che conosciamo oggi, con la villa sulla sommità del giardino, con una splendida vista sul mare. Nel 1930 la cittadinanza l’acquistò e ne fece un parco pubblico. Nel 1982 una parte di essa divenne sede del International Institute of Humanitarian Law. Oggi è famosa per il suo andamento “a stanze”, cioè che passa da un ambiente vegetale fortemente caratterizzato da determinate specie all’altro – nel quale particolarmente conosciuti e apprezzati è l’area del Palmetum e il patrimonio di piante esotiche che il giardino e il Museo custodiscono.


Vi abbiamo raccontato dell’inaugurazione del primo Museo italiano del Fiore, il Floriseum di Sanremo.

Il prossimo appuntamento è su Noleggioauto.it, per organizzare il vostro prossimo viaggio.

Prenota ora su Noleggioauto.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *