Il Maggiolino diventa elettrico

 

Il 10 luglio 2019, a poco più di ottant’anni dal primo esemplare prodotto nella fabbrica messicana di Puebla, Volkswagen ha interrotto la produzione di una delle auto più famose della storia: il Maggiolino.

 

Prodotto in oltre 22 milioni di esemplari, l’annuncio della sua “scomparsa” ha scosso l’ambiente motoristico, ma non solo: l’iconico modello Volkswagen ha un posto di diritto nella storia economico, sociale ed artistica del ‘900. Fin da subito però la casa madre tedesca si era affrettata a mettere le cose in chiaro: il Maggiolino non sarebbe morto, ma sarebbe stato riconvertito.

 

Ed ecco che al Salone dell’auto di Francoforte, in programma dal 12 al 22 settembre, debutterà una nuova concept car dal taglio molto particolare, interamente basata sul vecchio Maggiolino. Il nome fa capire benissimo la ricerca di continuità e il fatto che sarà 100% elettrica: Volkswagen e-Beetle Concept.

 

Fonte: Volkswagen

 

Il progetto di questa nuova vettura è stato sviluppato in prima persona dalla casa tedesca, in collaborazione con il suo partner eClassics e secondo le prime indiscrezioni rispetterà molto di quella che era la linea del vecchio e iconico Maggiolone. Sarà classico fuori e moderno dentro. Il design non è stato infatti cambiato e le modifiche hanno riguardato, ovviamente, la motorizzazione: il Volkswagen e-Beetle Concept avrà un motore elettrico da 82 cavalli e un pacco batteria agli ioni di litio da 36,8 kWh.

 

La velocità massima è di 150 Km/h, l’autonomia della batteria principale di 200 Km, con il supporto della ricarica rapida: In caso di necessità, in circa un’ora l’auto può ricaricare oltre 150 Km di autonomia.

 

«Non vediamo l’ora di salutare presto molti ‘e-Beetle” in strada» hanno affermato i due amministratori delegati di eClassics GmbH & Co KG, Dennis Murschel e Martin Acevedo. E c’è da aspettarsi che la loro previsione non rimarrà disattesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *