Il noleggio auto diventa connesso

L’auto connessa è una tipologia di veicolo che, oltre ad avere accesso a internet, è dotata di sensori che le permettono di inviare e ricevere informazioni. Questo consente loro di dialogare con infrastrutture esterne, con le officine o con altri dispostivi automobilistici.

 

 

La loro diffusione sta aumentando rapidamente grazie agli investimenti fatti nel campo dei servizi telematici dalle case automobilistiche. Una realtà che aiuterà anche i clienti del noleggio auto, come già accade soprattutto negli Stati Uniti, dove già molte agenzie usano le conneted cars per rendere più facile e sicuro il processo di noleggio.

 

Negli Stati Uniti ben 35000 veicoli della flotta AVIS di marca Ford sono connessi ed ora Avis Budget Group ha annunciato di aver trovato un accordo con Ford Commercial Solutions per connettere anche 14.000 veicoli Ford che fanno parte della flotta di Avis in Europa. Una mossa che potrebbe cambiare il modo in cui noleggiamo anche nel vecchio continente.

 

L’obiettivo è quello di avere una flotta totalmente connessa: «Forniremo il 100% della nuova connettività delle auto in Europa entro la fine del 2020», ha dichiarato Dave Phatak, Director di Ford Commercial Solutions, Europa.


La connessione delle auto permetterà ad AVIS di aumentare l’efficienza del proprio servizio, rendendo più semplice la vita del cliente, che potrà gestire l’intera esperienza di noleggio tramite l’Avis App, dal ritiro alla restituzione.

Inoltre, i veicoli connessi forniranno in tempo reale dati come il chilometraggio, il livello di carburante e aggiornamenti sulle condizioni del veicolo, consentendo di ridurre i tempi di attesa per il cliente, poiché l’agenzia potrà processare le informazioni in maniera più rapida di quanto non accada oggi. I dati poi consentiranno alle aziende di avere un accesso più semplice alle informazioni, migliorando anche la gestione di tutto il noleggio nel suo complesso.

Insomma: l’industria dell’auto sta entrando nel futuro e il noleggio auto non vuole rimanere indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *