#Italiaontheroad: ritorno alle Marche, la regione al plurale!

Marche
Foto: Turismo.marche.it

Il viaggio di #Italiaontheroad continua! L’iniziativa per la promozione del territorio di Noleggioauto.it è lieta di presentarvi la nuova tappa del nostro viaggio: torniamo nelle Marche, una Regione che ci ha colpito per tutte le cose belle, interessanti e non abbastanza note da conoscere e ammirare. In questa puntata della nostra rubrica, possiamo avvalerci di uno straordinario accompagnatore: il Portale del Turismo della Regione Marche (www.eventi.turismo.marche.it, Facebook, Twitter). Per scoprire le Marche attraverso gli occhi di chi vive la promozione delle sue bellezze e attrazioni giorno dopo giorno.

Marche

Urbino: Piola di Santa Margherita – Foto: Turismo.marche.it

On the road: cosa è assolutamente vietato perdersi una volta saliti in macchina?
Le Marche sono l’unica regione italiana al plurale ed è difficile racchiuderle in una breve descrizione: in un territorio relativamente poco esteso (180 km da nord a sud, 80 km circa da est a ovest) è possibile visitare differenti ambienti e paesaggi, dal mare, alle colline, alla montagna. Fra le località marine, 17 sono insignite della Bandiera Blu, con una varietà che comprende spiagge sabbiose o coste rocciose; nella fascia collinare sono disseminati 22 fra i Borghi più belli d’Italia, 20 paesi riconosciuti Bandiera Arancione per la bellezza e la qualità dell’offerta turistica, città d’arte come Urbino (Città UNESCO) e Ascoli Piceno, e tanti altri piccoli centri ricchi di monumenti e patrimonio storico artistico; numerosi sono i luoghi legati alla fede e alla spiritualità, come monasteri, eremi, cattedrali, fra di essi i più conosciuti sono il Santuario di Loreto e il Monastero di Fonte Avellana; la zona appenninica offre paesaggi incontaminati e grandi parchi naturali dove vivere appieno la bellezza della natura, con alcuni siti eccezionali e imperdibili come le Grotte di Frasassi. Per chi visita le Marche in auto c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Marche

Il lago di Pilato, un tesoro da scoprire! – Foto: Turismo.marche.it

L’esperto suggerisce: un tesoro nascosto che purtroppo solo i locali conoscono!
Anche a questa domanda non è semplice fornire una sola risposta: sono tanti i tesori da scoprire, penso ad alcune delle spiagge del Monte Conero – Mezzavalle, Le Due Sorelle- raggiungibili solo tramite sentieri o via mare; i luoghi magici dei Sibillini, come il Monte Sibilla o il Lago di Pilato, o altre peculiarità come il Museo della Cripta di Monsampolo del Tronto dove sono conservate circa 20 corpi che hanno subito un processo spontaneo di mummificazione, o le gallerie romane della Gola del Furlo, o le gallerie ipogee scavate nell’arenaria di Camerano e Osimo.

Marche

Nelle Marche i panorami da ammirare certo non mancano! – Foto: Turismo.marche.it

Consigli sulla viabilità: quali sono le strade più panoramiche da percorrere e quali invece da evitare per il traffico?
Le Marche sono caratterizzate da strade panoramiche e in genere poco trafficate che percorrono, quasi accarezzandole, le dolci colline punteggiate da piccoli borghi, offrendo scorci di inaspettata bellezza, quindi, in linea di massima, tutto il territorio regionale è percorso da strade di questo tipo. Se però vogliamo suggerire qualche tratto particolarmente panoramico, suggeriamo la strada del Colle San Bartolo, fra Gabicce e Pesaro, la strada del Monte Conero, da Ancona a Numana, e le strade del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, per esempio da Sarnano ad Arquata del Tronto.

Marche

Il mare dal Conero – Foto: Turismo.marche.it

Se non ora, quando?: quali sono i migliori periodi dell’anno per visitare la vostra zona?
Tutti i mesi dell’anno sono adatti per scoprire le Marche, anche perché in ogni stagione ci sono importanti manifestazioni ed eventi cui partecipare (festival enogastronomici, stagioni di opera lirica e teatrali, mostre d’arte, etc.) ma sicuramente, per meglio godere i bei paesaggi caratterizzati dal connubio natura/borghi storici, va benissimo il periodo da aprile a fine ottobre.

Marche

Ascoli Piceno: la Quintana, ma non solo! – Foto: Turismo.marche.it

Usi e costumi: quali feste tradizionali o sagre sono assolutamente imperdibili?
La Quintana di Ascoli Piceno è una delle rappresentazioni storiche più importanti in Italia.
Molte altre le feste, sia di antica tradizione, che di recente istituzione: basti pensare al Summer Jamboree di Senigallia, che ogni anno ad agosto fa rivivere in riva al mare la magia degli anni ’50.
Da non perdere le manifestazioni enogastronomiche, in particolare i festival dedicati al tartufo: le più conosciute ad Acqualagna, la Fiera Nazionale del Tartufo e a Sant’Angelo in Vado, la Mostra Nazionale del Tartufo Bianco, entrambe tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre.

Marche

Tra le specialità marchigiane c’è anche il tartufo – Foto: Turismo.marche.it

Pic-nic: quali sono le specialità da gustare solo e soltanto nelle trattorie tipiche?
Il ciauscolo, riconosciuto come IGP, è l’unico salame spalmabile: prodotto nella zona di Visso e dell’entroterra marchigiano, è caratterizzato dal profumo delle spezie che vengono mescolate insieme alla carne di maiale: una vera delizia accompagnata con il pane fresco.
Ad Ascoli Piceno è obbligatorio gustare le olive fritte all’ascolana: anche se sono conosciute e diffuse in tutto il mondo, l’esperienza di mangiarle nel luogo d’origine della ricetta è quasi un’esperienza mistica.
Non trascuriamo anche la tradizione dei piatti di mare: i moscioli di Portonovo sono una varietà di cozza selvatica autoctona del Conero, e orni centro marino ha la propria ricetta tipica di brodetto.

Marche

Le Marche è anche terra di teatri storici, come quello dell’Aquila, a Fermo – Foto: Turismo.marche.it

Ultima offerta: una particolarità che nessun’altra regione italiana può vantare!
La Regione Marche ha la più alta diffusione in Italia di teatri storici: fra il settecento e l’ ottocento tutti i comuni, anche i più piccoli, si sono dotati di una struttura per le rappresentazioni sceniche. Ad oggi se ne contano più di 70, perfettamente funzionanti, dai più grandi e fastosi a quelli più piccoli, ma ugualmente preziosi come gioielli.

Marche

Un saluto anche dalla “Summer Jamboree” di Senigallia (AN)! Foto: Fabio Medici

Il viaggio di #Italiaontheroad continua! Ringraziamo il Portale del Turismo della Regione Marche per averci accompagnato. L’appuntamento è su Noleggioauto.it per organizzare il vostro prossimo viaggio e sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+ per condividere e commentare impressioni, itinerari ed esperienze… a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *