Milano, la capitale delle multe

Secondo uno studio della Fondazione Filippo Caracciolo – Aci nel 2012 le contravvenzioni riscontrate da Polizia locale, Carabinieri e Polizia stradale a Milano furono più numerose che a Roma. Milano, pur avendo circa la metà degli abitanti, risultava essere la prima città d’Italia per multe, con un volume di 200 multe ogni 100 abitanti, che la facevano a tutti gli effetti la Capitale italiana delle multe.

Una tendenza che non è cambiata negli anni, dato che Milano risulta essere la città che nel biennio 2017-2018 ha incassato di più in rapporto ai cittadini maggiorenni residenti (123,67 euro a testa, per un gettito medio annuo di circa 142,7 milioni di euro). Le multe sono spesso il modo più sicuro per i comuni di fare cassa. L‘Assessore al bilancio di Milano, Roberto Tasca, ha recentemente previsto un aumento di ben 30 milioni “grazie ai nuovi sette autovelox in funzione da novembre”. E per il 2019 il conto dovrebbe salire addirittura di altri 40 milioni, senza contare le nuove limitazioni imposte dalla nuova ZTL Area B che potrebbero far salire il numero di multe corrisposte ai cittadini milanesi.

Recentemente è stata avanzata una proposta di legge per evitare che le multe diventino “un escamotage per far quadrare i conti”. Avanzata dall’onorevole Simone Baldelli, riguarda la regolamentazione delle multe fatte agli automobilisti dagli ausiliari del traffico, chiarendo in maniera definitiva che possono dare sanzioni solo alle auto parcheggiate illecitamente sulle strisce blu (le soste a pagamento) o a chi in qualche modo ne impedisca l’accesso.

Le multe sono una bella seccatura per i cittadini milanesi, ma evitarle è possibile. Come? Ecco una lista di comportamenti che vi conviene tenere se non volete incappare in multe durante il vostro soggiorno a Milano (ma è valida anche altrove).

Non parcheggiare sui marciapiedi

Parcheggiare l’auto in posti che possano dar fastidio alla circolazione dei pedoni non è molto simpatico e potrebbe infastidire particolarmente i vigili.

Controlla bene i colori delle strisce

Strisce bianche, gratis; strisce blu, bisogna pagare; strisce gialle, sono per portatori handicap e per lo scarico merci.

Occhio alla ZTL

Soprattutto a Milano, le zone a traffico limitato sono molte e – nonostante siano tutte bene segnalate da cartelli e telecamere – può capitare di finirci dentro. Per aiutarvi potete usare l’app Waze che permette a chi è iscritto di inserire i dati del proprio permesso nell’app, autorizzando così il navigatore a includere le zone a traffico limitato nel percorso.

Corsie preferenziali

Fate molta attenzione alle strade accessibili solo ai mezzi pubblici e ai Taxi.

Autovelox

A Milano gli autovelox sono molti, per cui occhio alla velocità!

 

Regole semplici che vi converrà seguire ancor di più se decidete di noleggiare a Milano: in caso di multa presa con una macchina a noleggio, si può incorrere anche in una penale imposta dall’agenzia di noleggio per la gestione della contravvenzione. Questo renderebbe la vostra multa un doppio salasso, un motivo in più per stare attenti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.