10 regioni da visitare nel 2019

Dopo aver visto le città e i paesi da visitare nel 2019, è arrivato il momento di concentrarsi su quelle che sono le regioni consigliate dalla guida Lonely Planet per questo nuovo anno. Il termine “regione” può sembrare un po’ vago, non è inteso come preciso luogo geografico con dei confini, ma quelle che seguono sono porzioni di mondo perfette da visitare durante un viaggio. Per questo aprite il vostro taccuino e iniziate a prendere appunti, e se pensate che per viaggiare tra un posto e l’altro la cosa migliore è avere una macchina per spostarsi, ci trovate qui.

 

Piemonte, Italia

Una delle regioni che offre più varietà nel nostro paese: dalla vivace scena artistica contemporanea che troverete a Torino alle magnifiche passeggiate tra le Alpi; dalle Langhe con i loro buonissimi vini alle rigide città sabaude. Il Piemonte è una regione ancora poco battuta, tranne forse Torino, ormai sempre più considerata una delle città più belle e vivibili d’Italia. Il 2019 è l’anno perfetto per scoprire tutta la sua offerta ed innamorarsi di questo angolo di cultura e buon cibo.

 

Catskills, Stati Uniti

Qui cinquanta anni fa il festival di Woodstock divenne uno dei momenti rappresentativi di tutta una generazione. Anche se quei giorni sono lontani, ancora nel 2019 potrete trovare lo spirito di comunione e leggerezza di quei giorni nelle piccole cittadine che caratterizzano questa zona a nord di New York. Negli ultimi anni qui c’è stata una crescita importante, sia da un punto di vista imprenditoriale che artistico. Ristoranti, birrifici, negozi di abbigliamento, ma anche collettivi di artisit e una produzione musicale di alto livello. Ad agosto del 2019 ci sarà anche un festival per celebrare i 50 anni di Woodstock, un’occasione speciale per visitare questa zona.

 

Nord del Perú

Il nord del Perù è una regione spettacolare, spesso ignorata dai viaggiatori che preferiscono dirigersi verso sud. Una tendenza che potrebbe cambiare nel 2019: Machu Picchu, il luogo più famoso del paese, straborda oramai di turisti e le autorità statnno realizzando nuove infrastrutture per rendere altre zone altrettanto appetibili così da preservare il sito. Recentemente, ad esempio, è stata resa accessibile la fortezza di Kuélap, grazie alla realizzazione di una funivia. Anche i collegamenti aerei tra la capitale, Lima, e le città del nord sono notevolmente aumentati per rendere i spostamenti più facili a tutti quelli che vogliono visitare questa parte del Perù.

Il Red Centre è il cuore spirituale dell’Australia: qui si trova il monumento naturale più conosciuto ed importante del paese, Uluru. Nel 2019 la grande roccia rossa sarà finalmente chiusa agli scalatori e i visitatori  australiano si trova la meraviglia naturale più riconoscibile del paese, Uluru. Nel 2019, dopo quasi 150 anni, questo sito sacro sarà finalmente chiuso agli scalatori. Chi viene qui rimane sempre impressionato da questa incredibile roccia, cusotde di una cultura antica e un po’ magica. Qui potete scoprire il deserto, vedere le stelle in un emisfero diverso. Oltre ad Ayers Rock, qui ci sono dei parchi naturali fantastici da scoprire.

 

Highlands e isole della Scozia

Il whisky sta vivendo una seconda giovinezza, un successo che non si vedeva da tantissimi anni. E dove bere del buon whisky se non nelle Highlands, in Scozia? Negli ultimi due anni qui hanno aperto circa venti nuove distillerie e altretante apriranno nei prossimi due. Visitare una distilleria nella Higlands vi permetterà di fare un’esperienza diversa e allo stesso punto scoprire il territorio e le sue tradizioni. Un modo per scoprire una terra selvaggia e spettacolare, tra le più remote d’Europa, ma non per questo più difficile da raggiungere, anzi. Il settore dell’accoglienza qui va fortissimo, con un’offerta ricettiva davvero importante, tra parcheggi per camper, strade ben tenute e alberghi ricavati da cottage e da edifici antichi.

 

Estremo Oriente russo

Mistico e lontano, l’estremo oriente russo ha subito negli ultimi anni una trasformazione radicale all’interno di un momento in cui sempre più gente sta rivolgendo la propria attenziove verso i vicini paesi asiatici. Una trasformazione evidente nel suo principale centro politico e culturale, Vladivostok, dove di recente delle istituzioni russe come L’Ermitage e il Teatro Mariinsky hanno aperto dei nuovi spazi dove dare voce a progetti locali di grande interesse, come il progetto artistico Fabrika Zarya. Il resto della regione, ovviamente, è dedicata alla natura: paesaggi incontaminati e spettacolari vulcani che vi lasceranno a bocca aperta.

Gujarat, India

Nel 2019 nel Gujarat ci saranno grandi festeggiamenti per celebrare il 150° anniversario della nascita del Mahatma Gandhi, la figura più famosa e amata della regione. Un motivo in più per scoprire uno degli angoli tranquilli e pacifici dell’India fatto di località piccole e stupende, riserve naturali di grande respiro dove si aggira una fauna ricca e particolare fatta di leoni, lupi, iene e asini selvatici. Ma anche un grande spettacolo umano: diverse comunità tribali mantengono vive le tradizioni di questa terra coi loro costumi riccamente ricamati e decorati con minuscoli specchi.

Manitoba, Canada

Il Manitoba è il centro del Canada, sia da un punto di vista geogrfico che da quello strategico. Qui anticamente venivano scambiate le merci e Winnipeg era un importante punto d’incontro. La città ha conservato questo spirito multiculturale: oggi la sua popolazione è composta da un meltin pot di immigrati giunti da paesi lontani come Filippine, Nigeria e India. Più a nord si trova una grande varietà di fauna, dagli orsi polari alle balene. Grazie al maggior numero di collegamenti aerei e ad un’organizzazione turistica di primo livello, i visitatori possono sperimentare straordinari incontri ravvicinati.

Normandia, Francia

Una regione che offre spiagge magnifiche, un paesaggio costiero selvaggio e primitivo, e un’offerta gastronomica tra le più incredibili e particolari di Francia. Inoltre nel 2019 ricorrerà il 75° anniversario del D-Day, ovvero quando gli alleati sbarcarono sulle spiaggie della Normandia, è quindi il momento giusto per visitare questa zona della Francia, che ospiterà molti eventi commemorativi e festeggiamenti. A Rouen invece vedrà un grande evento per il 30° anniversario dell’Armada de Rouen, un con navi in arrivo da tutto il mondo per risalire la Senna, uno spettacolo davvero unico che richiama moltissimo pubblico.

 

Valle del Elqui, Cile

A sud del Deserto di Atacama c’è una regione estremamente fertile e ricca di vegetazione, montagne e fiumi, la Valle del Elqui. Nonostante il suo grande fascino e le perfette condizioni metereologiche, qui c’è sole e luce per 320 giorni all’anno, le finora questa zona non ha attirato particolare turismo. Le cose però stanno cambiando: sempre più gente visita questa valle e il 2019 sarà il momento perfetto per farlo: la regione sarà interessata da un’eclissi totale di sole che offrirà uno spettacolo unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *