Pneumatici e inquinamento

Il trasporto stradale è responsabile del 22% delle emissioni di CO2 dell’eurozona e, negli ultimi 30 anni, è risultato l’unico settore che non ha visto una diminuzione nelle emissioni di gas serra.

L’UE, ratificando l’accordo di Parigi nel 2015, si è impegnata a ridurre le emissioni di gas serra (a partire dal 2020) del 40% entro il 2030, rispetto ai livelli del 1990. In questi 30 anni, tutti i settori produttivi europei hanno diminuito le emissioni di CO2. Tutti, tranne il traporto stradale.

La neutralità climatica, ovvero il raggiungimento di emissioni zero entro il 2050, è l’obiettivo ultimo delle politiche ecologiche che, da quest’anno, saranno sempre più frequenti e stringenti. In vista del raggiungimento di questo traguardo, uno dei primi provvedimenti andrà a regolare proprio il settore del trasporto stradale, con l’obiettivo di arrivare a ridurne le emissioni del 60%.

Nuove etichette

Gli pneumatici sono reponsabili del 20-30% dei consumi di un veicolo e, per mitigare tali consumi, è stata decisa l’introduzione di dettagliate etichette a corredo di ogni pneumatico, indicandone il livello di efficienza.

Sarà infatti presente una lettera (da A a G) che ne indicherà “la classe energetica”, proprio come avviene con gli elettrodomestici. Sarà così possibile scegliere lo pneumatico più ecologico e allo stesso tempo più economico: uno pneumatico efficiente potrà infatti farci risparmiare fino al 30% sulla spesa del carburante.

Sull’etichetta saranno inoltre presenti informazioni riguardo l’aderenza sul bagnato, permettendoci di scegliere lo pneumatio più sicuro, così come il livello di inquinamento acustico prodotto dal rotolamento, espresso in decibel.

Le etichette dovranno essere ben visibili al consumatore e conterranno un pratico QR code per permettere di scansionare le informazioni con rapidità. Queste norme saranno attive a partire dal 1° maggio del 2021.

Il futuro del pianeta

È già prevista per il futuro l’introduzione di informazioni relative all’aderenza su neve e ghiaccio, così come informazioni sull’usura della gomma e sul chilometraggio massimo percorribile con la stessa. Informazioni fondamentali quando si valuta l’efficienza di un treno di pneumatici, oltre che importantissimi per salvaguardare l’ambiente.

La diminuzione delle emissioni di CO2 avvenuta nel 2020 in conseguenza al rallentamento globale imposto dalla pandemia di COVID-19, ci ha fatto riflettere sulle reali possibilità di poter sconfiggere il riscaldamento climatico, la principale minaccia che incombe oggi sul nostro pianeta.

Con le giuste e norme e agendo insieme è certamente possibile vincere. Ognuno è chiamato a collaborare come può e, dal prossimo anno, avremo uno strumento in più per combattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *