Si possono evitare le buche a Roma?

In appena due anni gli interventi dei vigili urbani per buche e voragini a Roma sono triplicati. Nei dodici mesi appena trascorsi gli interventi sono stati 22.940, a cui bisogna aggiungere i 635 pedoni caduti, quasi due al giorno, prevalentemente a causa degli insidiosi crateri o degli avvallamenti sui marciapiedi.

 

Come spiega Stefano Giannini, segretario Sulpl Roma: «in pratica facciamo più interventi sulle buche che sul commercio. Eppure in una metropoli vocata al turismo, non dovrebbe essere permesso che si controllino meno un esercente, un b&b, o un ristorante rispetto a una buca. Ma così è: gli interventi sul commercio nel 2018 si sono fermati a quota 20.148».

 

Una situazione così tragica che ha spinto il Campidoglio a sposare una linea difensiva contro le richieste di risarcimento davvero bizzarra: dato  che le buche fanno ormai parte della città, non possono rivestire quel carattere d’eccezionalità tale da legittimare un risarcimento economico, ovvero – in soldoni – «Essendo ormai le buche una caratteristica cittadina sono i romani a dover far tutto il possibile per evitarle».

 

Ma come fare ad evitarle? Ecco un decalogo che può tornare utile ai cittadini romani e chi a Roma decide di noleggiare una vettura:

 
  1. Montare delle sospensioni super sulla vostra macchina

     

     

    Se non potete evitarle, evitate di sentirle: delle sospensioni da macchina da rally potrebbero fare il caso vostro.

  2. Usare solo il Grande Raccordo Anulare e le tangenziali

    Non tutte le strade a Roma sono ridotte ad un colabrodo, per fortuna. Le strade a scorrimento veloce sono ancora percorribili con abbastanza tranquillità. Certo, non è che potete andare da molte parti.

  3. Studiare i video di Alberto Tomba

     

    Un modo per evitare le buche è quello di diventare bravissimi nello slalom. C’è infatti una porzione di asfalto dove non ci sono danni, bisogna solo essere bravi a non entrare in collisione con l’altra.

  4. Guidate sulle piste ciclabili e le strade pedonali  

    Qui non troverete buche, ne altre auto. Certo rischiate di prendere multe salate e di non andare da nessuna parte. Le piste ciclabili a Roma infatti sono pochissime.

  5.  
  6. Andare piano

    Una soluzione a molti problemi al volante: andare piano vi farà sentire meno le buche e soprattutto renderà più facile evitarle. Considerando il traffico romano, potrebbe essere più un obbligo che un’idea.

  7. Fare una ricognizione delle strade e segnarvi quelle con meno buche

    Carta e penna, o meglio smartphone, ogni volta che trovate una strada liscia e immacolata – se la trovate – ve la segnate su di una mappa, così da crearvi percorsi liberi dalle buche.

  8. Segnare le buche ad una ad una con uno spray di quelli che si vedono anche la notte

    Se cerchiate le buche con uno spray bello evidente, potrete facilmente vederle da lontano e provare ad adeguarvi. Evitarle tutte sarebbe davvero molto difficile.

  9. Adotta una buca

    Se le buche a Roma sono tantissime, i romani sono di più. Ogni cittadino con patente potrebbe prendersene in carico una, chiuderla ogni volta che la pioggia o il traffico la riaprono.

  10. Diventare meccanici

    Non risolverete il problema delle buche, ma sarà molto più semplice riparare eventuali danni alla vostra macchina.

  11. Macchine volanti

     

    Come in Ritorno al Futuro, una soluzione definitiva al problema delle buche, senza toccare le buche.

 

Al di là della facile ironia di alcuni di questi consigli, fare un po’ di attenzione alle buche in città vi converrà ancora di più se decidete di noleggiare a Roma: in caso di danni ad una macchina a noleggio, si può incorrere in spese di franchgia sulla vostra assicurazione casco (che potete evitare con la nostra assicurazione aggiuntiva).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *