Rinfrescarsi all’IScream Festival di Poirino.

A Poirino, in provincia di Torino, c’è un luogo dove gelato, cibo buono, musica dal vivo e vita all’aria aperta s’incontrano. Si chiama Agrigelateria San Pé, ed è la sede dell’IScream Festival, giunto alla sua quinta edizione, quest’anno fissata per i giorni dal 3 al 4 luglio. Un’occasione per trascorrere un weekend lontani dalla città, al fresco, in buona compagnia, sorseggiando una birra artigianale, o gustando un gelato saporito, e ascoltando tanto buona musica.

Il Festival

Gli ingredienti segreti del successo di questo piccolo festival di campagna sono due, e stanno benissimo insieme: musica e gelato. La musica è quella di giovani artisti emergenti e che negli anni hanno saputo affermarsi anche al grande pubblico (un nome su tutti, Brunori SAS). Il gelato è quello dell’Agrigelateria, un luogo particolare. Nato nel 2001, il progetto dell’Agrigelateria unisce l’attività dell’azienda agricola della Cascina San Pietro (“San Pé”), ovvero la produzione di ‘Latte Alta Qualità’ e la coltivazione a frutteto, e la produzione di un gelato di eccellenza. Nel 2011, sulla collinetta adiacente l’Agrigelateria, è stato costruito il piccolo “Teatro San Pé”, una struttura in parte ispirata ai teatri di verzura del Rinascimento, dalla forma classica dell’emiciclo greco. Dal 2011 il Teatro San Pé è anche il palcoscenico dell’IScream Festival.

Inoltre, insieme al gelato dell’Agrigelateria all’IScream Fest si possono trovare le birre artigianali della Baladin e della Brew UP e i prodotti tipici di Eataly. L’area food & drink del festival propone per la seconda edizione consecutiva la grande grigliata di San Sebastiano. Da segnalare infine la collaborazione con Caffè Vergnano, e le crepes realizzate con la farina di farro del Mulino Marino di Cossano Belbo (CN) e al vino della Cantina Sociale Terre dei Santi di Castelnuovo Don Bosco (AT). Ci saranno anche laboratori, per adulti e bambini, dedicati alla lettura, alla musica, alla fotografia e al ballo; ed esposizioni temporanee a tema di giovani artisti nei diversi spazi del festival, in collaborazione con il Circolo Fotografico di Poirino che da anni lavora intensamente sul territorio. Infine, all’ IScream saranno esposte le bancarelle degli artigiani, hobbisti, collezionisti, associazioni giovanili e culturali che animano il Festival.

E per chi volesse ascoltare la musica degli ospiti dell’IScream, tra cui menzioniamo i Perturbazione, solida realtà ventennale del pop italiano; Bianco, giovane cantautore torinese; e i Nadar Sòlo, rock band con grinta da vendere, c’è sempre la possibilità di ascoltare la manifestazione in diretta sulle frequenze web di RadioOhm. Tra gli headliner, menzioniamo anche gli artisti di strada dei Fratelli Ochner, noti circensi apprezzati in tutta Europa.

Poirino e dintorni

Tra le cose da vedere a Poirino, oltre alla prima agrigelateria d’Italia, possiamo anche menzionare la torre campanaria, costruita nel 1777 e simbolo del paese, raro esempio di campanile civico eretto per volontà della popolazione; la Chiesa di S. Maria Maggiore: consacrata nel 1492; la Chiesa della Confraternita di S. Croce del secolo XVIII, nella quale sono conservate le due tele più grandi dipinte nel Piemonte nel Settecento; l’Abbazia di Santa Maria di Casanova: fondata nel 1150, rimaneggiata in epoca barocca, dal doppio stile romanico (all’esterno) e gotico (all’interno); e infine, la Chiesa di San Sebastiano, a pianta esagonale. Nei dintorni, la località di Pralormo è sede dell’omonimo Castello, noto per una manifestazione dedicata ai tulipani. A dieci minuti da Poirino c’è il paese di Chieri, tra la parte orientale della collina di Torino e le propaggini estreme del Monferrato; località nota per l’artigianato tessile e sede del Museo della Fondazione Tessile. Nella Frazione di Pessione di Chieri, si trova lo stabilimento storico della Martini & Rossidove è possibile visitare il Museo Martini di Storia dell’Enologia. A venti minuti da Poirino, è possibile raggiungere Castelnuovo Don Bosco, paese di San Giovanni Bosco, al quale è dedicato un santuario meta di numerosi pellegrini. A Pino Torinese si trova un celebre Planetario e il Museo dell’Astronomia e dello Spazio. A mezz’ora d’auto, inoltre, si possono visitare le città di Alba, capitale storica ed economica delle Langhe, e di Asti, nota in tutto il mondo per la sua produzione vinicola e il palio.

Come arrivare a Poirino

Da Torino, Poirino è raggiungibile in una quarantina di minuti d’auto, entrando in E70/A55 direzione Piacenza/Genova, prendendo l’uscita Santena verso Santena/Cambiano/Alba e infilandosi nella SR29 in direzione Asti. Da Genova, prendendo la A21 in direzione Torino, uscendo a Villanova d’Asti in direzione Villanova, e proseguendo in SR10 in direzione Poirino. Da Piacenza sempre in A21/E70 in direzione Torino con uscita a Villanova d’Asti, proseguendo per SR10 in direzione Poirino. Da Milano, infine, prendendo da A7 e seguendo le indicazioni per Tangenziale Ovest/Genova e Torino/Gravellone Toce, svoltando poi in A21 e raggiungendo la SR10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *