Le regioni da visitare nel 2018

Dopo aver visto le città e i paesi da visitare nel 2018, è arrivato il momento di concentrarsi su quelle che sono le regioni consigliate dalla guida Lonely Planet per questo nuovo anno. Il termine “regione” può sembrare un po’ vago, non è inteso come preciso luogo geografico con dei confini, ma quelle che seguono sono porzioni di mondo perfette da visitare durante un viaggio. Per questo aprite il vostro taccuino e iniziate a prendere appunti, e se pensate che per viaggiare tra un posto e l’altro la cosa migliore è avere una macchina per spostarsi, ci trovate qui.

Belfast e la Causeway Coastal route, in Irlanda del Nord

Belfast è cambiata molto negli ultimi anni. Il centro è vivo e vibrante, soprattutto il Titanic Quarter. Potete iniziare il vostro viaggio passando un paio di giorni nella capitale dell’Irlanda del Nord e poi partire alla volta della Causeway costal route, una strada dove, secondo Lonely Planet, potrete dedicarvi a «golf, whiskey e alcune delle rocce più famose del mondo».

 Alaska, Stati Uniti

 

Se siete amanti della natura e delle attività da svolgere all’aria aperta, sicuramente avete già messo l’Alaska tra le vostre idee di viaggio. Se non ci siete già stati, il 2018 è il momento perfetto per girare l’Alaska. Il consiglio è di andare in estate, quando il clima è più mite e tutta la regione è piena di sole. Lonely Planet consiglia di prendere parte ad una Alaskan Dream Cruises.

Le Alpi Giulie, Slovenia

 

Le Alpi Giulie sono anche nel nostro paese, ma terminano – ovvero hanno il loro versante est – in Slovenia. È una zona piena di parchi naturali, tra cui vi consigliamo quello di Triglav, e rispetto alle Alpi italiane sono più incontaminate. La Slovenia è infatti un territorio ancora poco esplorato dal turismo di massa e qui troverete paesaggi molto simili a quelli italiani, ma a costi più contenuti e con meno gente.

Linguadoca-Rossiglione, Francia

 

La regione della Linguadoca-Rossiglione si trova nel sud della Francia. Le due città principali sono Montpellier e Nimes, due deliziose cittadine. Situata subito dopo la Costa Azzurra, la regione è stata spesso dimenticata proprio per la concorrenza della più famosa vicina. Secondo Lonely Planet il 2018 è l’anno giusto per scoprire questo posto.

Penisola di Kii, Giappone

 

Negli ultimi anni il Giappone è diventanto una delle più importanti mete turistiche mondiali. Se volete agire fuori dalle classiche rotte, la Penisola di Kii è la zona che fa per voi. Distante circa 250 chilometri da Osaka, qui troverete tre dei santuari più sacri e famosi del Giappone i Kumano Hongu, Shingu, e Nachi.

Le isole Eolie, Italia

 

Spiagge nere, acqua limpida. Tutti conosciamo le Isole Eolie, ma ci siamo mai stati? L’estate del 2018 potrebbe essere il momento perfetto per scoprire questa perla del Mediterraneo, isole ancora selvagge che possono sorprenderci con il loro paesaggio vulcanico. Lonely Planet consiglia l’isola di Alicudi, ma chi siamo noi per scegliere al posto vostro?

Stati Uniti del sud

 

Alabama, Georgia, Lousiana, Mississipi, Florida. Sono gli Stati del profondo Sud, dove trovare un’America diversa. La cosa migliore da fare è noleggiare una vettura e girarne il più possibile, scegliendo cosa volete vedere. Quest’anno è un anno speciale da quelle parti: a Memphis, in Tennessee, si ricorderanno i 50 anni dall’omicidio di Martin Luther King, con eventi e ricorrenze, metre New Orleans festeggerà i suoi 300 anni con grandi feste.

Lahul e Spiti, India

 

È la zona più a Nord dell’India. Piena di montagne, templi buddisti e strade dissestate e pericolose che conducono in posti straordinari. È uno di quei posti ancora davvero sconosciuti ai più e che quindi ancora offre la possibilità di un viaggio immerso nella realtà rurale dell’India e lontano dalle masse di turisti. Anche per questo, prima che il resto del mondo scopra questa regione incantevole, conviene andarci nel 2018.

Bahia, Brasile

 

Non che bisognava aspettare il 2018 per visitare questa zona nel nordest del Brasile, forse la più bella del paese, ma questo potrebbe essere l’anno perfetto. Dopo l’organizzazione delle Olimpiadi e dei Campionati mondiali di calcio, l’attenzione verso il Brasile è diminuita, ma sono rimasti i miglioramenti alle strutture turistiche apportati per organizzare questi due grandi eventi.

Il Parco nazionale Los Haitises, Repubblica Dominicana

Foreste, isole, isolotti, canali, mare, flora e fauna di tutti i colori. Cosa volete di più da una vacanza avventurosa? Il parco nazionale Los Haitises è una delle zone naturali più belle del mondo e ancora oggi è praticamente sconosciuta al grande pubblico. Cosa aspettate allora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.