Le 5 migliori mete per i vegetariani (che non vi aspettate)

Le 5 migliori mete per i vegetariani (che non vi aspettate)

Il blog del portale di comparazione Travel Supermarket, ha pubblicato un’interessante classifica, dedicata alle migliori metropoli del mondo proprio sotto un particolare punto di vista alimentare, attraverso una ricerca molto elaborata, consultando dati e numeri relativi a 250 città. È nata così la top 10 delle città “veg-friendly”: uno specchietto dedicato alle mete con le medie di recensioni più alte ricevute dai ristoranti vegetariani locali e la loro distribuzione. Mentre alcune delle mete non sono certo nuove a questo tipo di liste, come New York, Londra e Berlini, dove l’offerta è davvero vasta e per tutti i gusti, dall’elenco spuntano anche alcuni nomi inattesi, ai quali vogliamo dedicare il focus del nostro articolo. Ecco le 5 destinazioni ideali per gli amanti della cucina vegetariana che non vi saresti mai aspettati.

 

Portland

Le 5 migliori mete per i vegetariani (che non vi aspettate)

La citta degli Stati Uniti, la più grande dello stato dell’Oregon, sfoggia una strepitosa media di 4,2 su 5 complessiva dei suoi ristoranti vegetariani. In più, in città ce n’è uno ogni 612 persone, una media piuttosto alta. In generale, Portland, Oregon è una città che si è fatta negli anni la nomea di città “giovane” (e immortalata in una serie TV di successo, guarda caso intitolata proprio “Portlandia“): culturalmente viva e iperattiva, Portland è una città vivace e aperta, sorprendentemente ricca di cose da fare e da vedere e circondata da una natura incontaminata e lussureggiante.

 

Chiang Mai

Le 5 migliori mete per i vegetariani (che non vi aspettate)

Chiang Mai è una delle città più grandi della Thailandia. Vi abbiamo già parlato di questa città, poiché nel mese di novembre si festeggia la Festa delle Lanterne. Chiang Mai può anche vantare una media di 4,29 sui suoi ristoranti vegetariani, uno ogni 897 abitanti. Chiang Mai è la città più popolosa del nord della Thailandia, sebbene nei confini comunali vivano poco meno di 140.000 abitanti, nel corso degli anni l’area metropolitana si è molto allargata e conta circa 1.000.000 di abitanti. Tra le sue attrazioni principali c’è il Wat Phrathat Doi Suthep, uno stupendo stupa dorato e uno dei principali luoghi sacri thailandesi.

 

Le 5 migliori mete per i vegetariani (che non vi aspettate)

Probabilmente più nota con il nome di Saigon, immortalata nelle pellicole cinematografiche che hanno raccontato del terribile conflitto con gli Stati Uniti, la capitale del Vietnam è anche una delle città con le migliori recensioni per quanto riguarda l’offerta vegetariana, con una media del 4,16, anche se il numero dei ristoranti vegetariani è ridotto rispetto alla popolazione (uno ogni quasi 21mila persone). La città conserva ancora, in particolare nell’area del Distretto 1, numerose testimonianze architettoniche del suo passato coloniale; a cui si deve aggiungere una ricchissima proposta museale, che racconta in maniera approfondita la lunga, particolare e travagliatissima storia di questa città, nonché della nazione e del popolo vietnamiti.

Le 5 migliori mete per i vegetariani (che non vi aspettate)

A Praga la media dei ristoranti vegetariani scende un pochino: 4,14 su 5 – e l’offerta è di un ristorante ogni 1580 persone. Tuttavia, la capitale della Repubblica Ceca resta uno delle città più “vegetariane” al mondo. Perfino una delle loro specialità, lo Smažený sýr, è una pietanza vegetariana, formaggio fritto e impanato servito con patatine e salsa tartara. La parola d’ordine è “Jsem vegetariánka” (Io sono vegetariano). Cos’altro ci resta da dire su questa città? Poco altro, se non che è una delle più belle città europee e uno di quei luoghi da vedere almeno una volta nella vita.

 

Gand

Le 5 migliori mete per i vegetariani (che non vi aspettate)

Chiudiamo l’articolo con la “Menzione Speciale” dedicata a Gand (o Gent, o Ghent), storica città del Belgio fiammingo, saltando a pié pari altre importanti città vegetariane come Seoul, Delhi e Taipei. Tuttavia, la città belga è la prima al mondo ad aver dedicato un giorno “vegetariano” alla settimana (il giovedì) dal 2008. Inoltre, l’amministrazione locale ha decretato che ogni ristorante deve includere almeno un piatto vegetariano nel suo menu. Un punto in più per una città che negli anni si è affermata come una realtà emergente nel turismo e nella cultura continentale. Una meta da tenere sempre in considerazione.

 

Quali sono i luoghi più “vegetariani” in cui siete mai stati? Condividete con noi le vostre impressioni e i vostri racconti sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+. Il prossimo appuntamento è su Noleggioauto.it, per organizzare il vostro prossimo itinerario… vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *